Archeologia - Contributi in caso di scavi archeologici

Un servizio dell'amministrazione provinciale dell'Alto Adige

Descrizione generale

Committenti pubblici e privati hanno la possibilità di effettuare direttamente e a proprie spese scavi archeologici su terreni di loro proprietà. La Giunta Provinciale può concedere contributi per i scavi archeologici effettuati a proprie spese, la richiesta va fatta con la relativa domanda di contributo.

Lo scavo deve essere stato autorizzato dall’Ufficio Beni archeologici; i relativi lavori devono essere diretti dall’ufficio medesimo e realizzati secondo le sue disposizioni. Devono essere osservate le prescrizioni imposte dall’Ufficio Beni Archeologici. I lavori eseguiti devono essere stati collaudati dall’ufficio, che deve anche confermare la congruità dei costi.

Generalmente sono da prendere in considerazione i criteri per la concessione di contributi per scavi archeologici.

  • Alla domanda di contributo deve essere allegata la fattura originale dei lavori di scavo archeologico  eseguiti.
  • Alla domanda di contributo deve essere inoltre allegata una dichiarazione firmata da un tecnico autorizzato, da cui risulti la natura dell’intervento edilizio, la cubatura sotto il livello del suolo, quella urbanistica ed il numero dei committenti. In caso di edilizia agevolata deve essere inoltre allegata una dichiarazione del comune competente. In caso di interventi agricoli e sul paesaggio la superficie interessata dallo scavo  deve essere misurata da un tecnico autorizzato e i relativi dati devono essere comunicati all’Ufficio Beni archeologici.

Alla domanda di contributo va allegata una marca da bollo da Euro 14,62.

Liquidazione del contributo:

Il contributo viene concesso con deliberazione della Giunta Provinciale; la liquidazione avviene sulla base di domanda di liquidazione in carta semplice.

Documentazione necessaria per la liquidazione del contributo:

  • dichiarazione sostitutiva in merito all’obbligo di detrazione della ritenuta d’acconto

(Ultimo aggiornamento del servizio: 23/08/2017)

Ente competente

13.2. Ufficio Beni archeologici
via Armando Diaz 8, 39100 Bolzano
Telefono: 0471 41 19 30
Fax: 0471 41 19 39
E-mail: archeologia@provincia.bz.it
PEC: archaeologie.archeologia@pec.prov.bz.it
Website: http://www.provincia.bz.it/beni-culturali/

Orario d'ufficio:

Lunedì, martedì, mercoledì, venerdì: ore 9.00 - 12.00
Giovedì: ore 8.30 - 13.00, ore 14.00 - 17.30

Scadenze

La domanda di contributo deve essere inoltrata entro un mese dalla conclusione dello scavo all’Ufficio Beni archeologici, via Armando Diaz 8, 39100 Bolzano.