Contributi per spese correnti ed investimenti ad associazioni, cooperative ed altri enti per attività nel settore disabilità, psichiatria sociale e dipendenze

Un servizio dell'amministrazione provinciale dell'Alto Adige

Descrizione generale

Associazioni, cooperative ed altri enti, che per statuto svolgono nel territorio provinciale attività senza fini di lucro nel settore disabilità, psichiatria sociale e dipendenze, possono inoltrare all'ufficio Persone con disabilità domanda per la concessione di un contributo per spese correnti relative a attività occupazionali e  lavorative, inserimento lavorativo, assistenza e integrazione sociale, soggiorni fuori sede, tempo libero e promozione delle relazioni sociali e gestione di servizi sociali. Escluse le cooperative sociali di tipo B gli enti possono inoltrare domanda di contributo per investimenti.

Relativi criteri

Possono accedere ai contributi enti pubblici o privati che possiedono determinati standard di qualità.

In dettaglio si veda l'articolo 20 bis "Concessione contributi" della legge provinciale 13 aprile 1991, n. 13 "Riordino dei servizi sociali in Provincia di Bolzano", nella sua vigente versione.

Alla domanda di contributo vanno allegati i seguenti documenti:

  1. copia dell'atto costitutivo e dello statuto, o dichiarazione che tali atti sono già stati precedentemente inoltrati all'ufficio nel testo vigente
  2. relazione sull'attività svolta nell'anno precedente, corredata di dati statistici con l'indicazione dei risultati ottenuti rispetto agli obiettivi programmati (vedi relazione guidata)
  3. relazione programmatica per l'attività prevista per l'anno di riferimento, con la motivazione di eventuali incrementi di spesa rispetto all'anno  precedente (vedi relazione guidata)
  4. dichiarazione inerente alla ritenuta d'acconto 4% (vedi allegato)
  5. parere di conformità delle spese per i soli richiedenti in convenzione con gli enti gestori dei servizi sociali o sanitari
  6. copia dell'eventuale attestazione di iscrizione al registro provinciale delle cooperative o relativa autocertificazione

e inoltre per investimenti:

  1. per lavori e acquisti superiori a Euro 7.500,00 almeno tre preventivi di spesa, il progetto e la relativa relazione tecnico-illustrativa; per importi inferiori è sufficiente un solo preventivo di spesa
  2. l’esposizione dei motivi che giustificano l’esecuzione dei lavori rispettivamente gli acquisti, con particolare riferimento al preventivo prescelto
  3. verbale di approvazione da parte dell’organo competente, relativo allo svolgimento dei lavori e rispettivamente agli acquisti
  4. una dichiarazione che attesti il rispetto della normativa provinciale ed europea vigente in materia di appalti pubblici

Alla presentazione del rendiconto vanno allegati i seguenti documenti:

  1. lettera accompagnatoria
  2. dichiarazione delle spese effettivamente sostenute
  3. distinta dei documenti di spesa
  4. documentazione di spesa in originale con attestazione di pagamento
  5. dichiarazione concernente la ritenuta d'acconto
  6. se necessario, le schede per le ore di volontariato

In allegato si trova la modulistica.

Marca da bollo di Euro 16,00 sul modulo di richiesta di contributo, tranne per gli enti iscritti nel registro provinciale delle organizzazioni di volontariato oppure organizzazioni ONLUS.

Per maggiori informazioni la invitiamo a consultare il sito Web dell'istituzione competente dedicato a questo servizio.

(Ultimo aggiornamento del servizio: 16/11/2017)

Ente competente

24.3. Ufficio Persone con disabilità
Palazzo 12, via Canonico Michael Gamper 1, 39100 Bolzano
Telefono: 0471 41 82 78 Hubert Morandell
Fax: 0471 41 82 99
E-mail: persone.disabilita@provincia.bz.it
PEC: disabilita.behinderung@pec.prov.bz.it
Website: http://www.provincia.bz.it/politiche-sociali

Orario d'ufficio:

Lunedì, martedì, mercoledì e venerdì: ore 9.00 - 12.00
Giovedì: ore 8.30 - 13.00, ore 14.00 - 17.30

Scadenze

La domanda di contributo, sottoscritta dal legale rappresentante dell’ente e redatta su apposito modulo, deve essere presentata all’Ufficio provinciale competente della Ripartizione Politiche sociali entro il 28 febbraio dell’anno di riferimento .

In presenza di residua disponibilità finanziaria sul relativo capitolo di bilancio, possono essere accettate domande presentate oltre il termine sopraccitato e comunque non oltre il 30 settembre dell’anno di riferimento.

La domanda per la concessione di un'anticipo del contributo per l'anno successivo deve essere presentata entro il 15 dicembre.