Ricorso assegno di cura

Un servizio dell'amministrazione provinciale dell'Alto Adige

Descrizione generale

Se una persona non ritiene corretta la valutazione del proprio fabbisogno di cura e assistenza, essa (o il suo rappresentante legale) può presentare ricorso alla Commissione d’appello contro l’esito dell’accertamento dello stato di non autosufficienza.

La Commissione d’appello esamina il ricorso con gli eventuali documenti allegati e si confronta con il team di valutazione. Se ritenuto necessario, la Commissione può anche chiedere ulteriori informazioni al medico curante della persona, consultare altri esperti oppure una persona di fiducia. In casi complessi o non chiari, la Commissione può anche decidere di effettuare una visita domiciliare oppure invitare la persona a colloquio durante una seduta.

Nella sezione “modulistica e allegati” si trova il modulo per il ricorso.

Per la preparazione di un ricorso può essere utile consultare la scheda di valutazione, compilata dal team dopo la visita domiciliare.

Per ottenere una copia della scheda di valutazione la persona non autosufficiente (o il legale rappresentante) deve presentare la relativa richiesta scritta. Alla richiesta deve essere allegata anche la copia di un documento d’identità del richiedente o del legale rappresentante.

La scheda può essere consegnata personalmente o inviata via PEC (posta elettronica certificata) solo alla persona non autosufficiente stessa o ad un'altra persona, munita di delega scritta.  Non è possibile ricevere la scheda tramite posta o tramite una normale e-mail. 

La scheda di valutazione contiene dati sensibili. In base alle norme sulla privacy tali dati devono essere trasmessi in modo sicuro e non possono essere comunicati ad altre persone senza un’autorizzazione scritta da parte della persona non autosufficiente.

La richiesta di una copia della scheda di valutazione può essere presentata anche attraverso un patronato.

Il ricorso deve pervenire alla Commissione d’appello entro 45 giorni dalla data di ricevimento dell’esito della valutazione del fabbisogno assistenziale. Il ricorso deve essere firmato dalla persona non autosufficiente stessa, oppure dal suo legale rappresentante.

La trasmissione del ricorso può avvenire tramite lettera raccomandata, PEC - mail, oppure è possibile consegnare personalmente il ricorso presso il Servizio di valutazione della non autosufficienza a Bolzano.

Elementi necessari per la presentazione del ricorso:

  • una motivazione dettagliata, ovvero una descrizione del fabbisogno di cura e assistenza della persona non autosufficiente (che tipo di aiuto e assistenza sono necessari, per quale motivo e per quanto tempo),
  • i dati anagrafici della persona non autosufficiente,
  • i dati anagrafici del ricorrente,
  • copia dei documenti d’identità,
  • firma della persona non autosufficiente (o del legale rappresentante).

Altri elementi utili:

  • data e numero di protocollo della lettera con cui è stato comunicato l’esito della valutazione (è consigliabile allegare al ricorso copia della lettera),
  • eventuali documenti che contengano informazioni importanti sulle condizioni della persona al momento della visita per la valutazione della non autosufficienza, come:
  • certificati e referti medici recenti,
  • relazioni di eventuali servizi di assistenza coinvolti,
  • la richiesta di consultare una persona di fiducia.

Il ricorso non comporta spese, se non per l’invio della lettera raccomandata.

Per la copia della scheda di valutazione è previsto il pagamento di 0,15 € a pagina (la scheda è composta di circa 12 pagine).

La Commissione d’appello è nominata dalla Giunta provinciale ed è composta da un medico, un’infermiere/a e un operatore/operatrice sociale. 

Per altre informazioni è a disposizione il numero verde „Pronto assistenza“ 848 800 277.

Per maggiori informazioni la invitiamo a consultare il sito Web dell'istituzione competente dedicato a questo servizio.

(Ultimo aggiornamento del servizio: 27/11/2017)

Ente competente

24.4. Area funzionale Servizio di valutazione della non autosufficienza
Palazzo 12, via Canonico Michael Gamper 1, 39100 Bolzano
Telefono: 848 800 277
Fax: 0471 41 82 19
E-mail: einstufung.valutazione@provinz.bz.it
PEC: einstufung.valutazione@pec.prov.bz.it
Website: http://www.provincia.bz.it/famiglia-sociale-comunita

Orario d'ufficio:

Lunedì, martedì, mercoledì e venerdì: dalle ore 9.00 alle ore 12.00

Giovedì: dalle ore 8.30 alle ore 13.00 e dalle ore 14.00 alle ore 17.30

Scadenze

Il ricorso deve pervenire alla Commissione d’appello entro 45 giorni dalla data di ricevimento dell’esito della valutazione.

La decisione in merito al ricorso viene adottata dalla Commissione e comunicata al ricorrente di norma entro 120 giorni dalla presentazione del ricorso. La comunicazione avviene tramite lettera raccomandata.