Cultura italiana - Finanziamenti ad artisti e giovani artisti

Un servizio dell'amministrazione provinciale dell'Alto Adige

Descrizione generale

All'Ufficio Cultura italiana possono essere annualmente presentate domande di contributo da parte di artisti che intendano realizzare iniziative di pubblico interesse, per promuovere il proprio sviluppo artistico e culturale, nonché domande di sussidio di qualificazione da parte di giovani artisti che intendano migliorare la propria formazione.

Sulla base dei nuovi 'Criteri e modalità per l´attribuzione di vantaggi economici ad artisti e artiste da parte della Ripartizione provinciale Cultura italiana' a partire dal 1° gennaio 2017 potranno essere concessi finanziamenti ad artiste e artisti originari dell’Alto Adige o attivi sul territorio da almeno 2 anni per la realizzazione di un progetto artistico (contributo per progetti artistici) o di un percorso formativo (sussidi di qualificazione).

Per la domanda di contributo per progetto artistico:

1.     curriculum vitae datato e sottoscritto, attestante luogo e data di nascita, percorso formativo, progetti realizzati, diplomi, attestati di riconoscimento, premi, pubblicazioni, recensioni, referenze e quant'altro sia utile al fine di delineare l´attività continuativa e prevalente nel settore artistico e il proprio legame con il territorio;

2.     relazione dettagliata del progetto accompagnata da prove di lavoro, se disponibili;

3.     cronoprogramma delle attività, con precisa indicazione sulla data di inizio e di fine di ciascuna attività, redatto sulla base del modello allegato alla domanda;

4.     preventivo di spesa dettagliato, indicante tutte le voci di spesa individuate;

5.    piano di finanziamento con indicazione delle diverse entrate e della quota sostenuta in proprio, redatto sulla base del modello allegato alla domanda.

 

Per la domanda di contributo integrativo (art. 5 criteri):

1.    relazione che giustifichi in modo esauriente la necessità di un ulteriore finanziamento o di una rideterminazione della spesa ammessa o della percentuale di finanziamento;

2.     nuovo preventivo di spesa, indicante tutte le voci di spesa individuate;

3.     nuovo piano di finanziamento redatto sulla base del modello allegato alla domanda;

4.     cronoprogramma aggiornato delle attività redatto sulla base del modello allegato alla domanda.

Per la domanda di sussidio di qualificazione:

1.     descrizione dettagliata del progetto formativo;

2.    dichiarazione sostitutiva attestante l´iscrizione o invito della relativa istituzione formativa, da cui si evincano i costi di iscrizione;

3.     curriculum vitae datato e sottoscritto, attestante luogo e data di nascita, percorso formativo, progetti realizzati, diplomi, attestati di riconoscimento, premi, pubblicazioni, recensioni, referenze e quant'altro sia utile al fine di delineare la specificità del percorso artistico e il proprio legame con il territorio;

4.     cronoprogramma delle attività, con precisa indicazione sulla data di inizio e di fine di ciascuna attività, redatto sulla base del modello allegato alla domanda;

5.     preventivo di spesa dettagliato, indicante tutte le voci di spesa individuate;

6.    piano di finanziamento con indicazione delle diverse entrate e della quota sostenuta in proprio, redatto sulla base del modello allegato alla domanda.

Alla domanda va allegata una marca da bollo da 16,00 €

...sono reperibili nelle FAQ (Frequently Asked Questions/Domande poste frequentemente) elaborate dall'Ufficio Cultura (vedi la sezione 'Modulistica e allegati').


La domanda di contributo o sussidio di qualificazione può essere consegnata a mano e sottoscritta dal richiedente se maggiorenne, o da chi esercita la responsabilità genitoriale in caso di minore, alla presenza del funzionario incaricato. La domanda può essere consegnata anche da persona diversa dall'interessato unitamente alla fotocopia di un documento di identità del richiedente.

La domanda può essere inoltrata anche secondo le seguenti modalità:

- invio tramite posta (preferibilmente raccomandata con ricevuta di ritorno) unitamente a copia fotostatica di un documento di identità, al seguente indirizzo: Provincia autonoma di Bolzano - Alto Adige, Ufficio Cultura 15.1, Ripartizione Cultura italiana, Via del Ronco n. 2,Ÿ 39100 Bolzano;

- invio da una casella di posta elettronica certificata (PEC) alla casella di posta elettronica certificata dell'Ufficio cultura@pec.prov.bz.it, unitamente a copia fotostatica non autenticata di un documento di identità. L'invio così effettuato ha valore di raccomandata con ricevuta di ritorno;

- invio via email a ufficio.cultura.italiana@provincia.bz.it dal proprio indirizzo di posta elettronica ordinaria, unitamente a copia fotostatica non autenticata di un documento di identità. L’invio così effettuato NON ha lo stesso valore di una raccomandata con avviso di ricevimento e non attesta la ricezione da parte dell´Ufficio ricevente.

Qualora le domande vengano inviate tramite posta elettronica, normale o certificata, l'assolvimento dell'imposta di bollo dovrà avvenire inserendo nel modulo di domanda il numero e la data di emissione della marca da bollo, conservando il bollo agli atti per eventuali successivi controlli.

 

Per maggiori informazioni la invitiamo a consultare il sito Web dell'istituzione competente dedicato a questo servizio.

(Ultimo aggiornamento del servizio: 07/06/2017)

Ente competente

15.1. Ufficio Cultura
"Edificio Plaza", via del Ronco 2, 39100 Bolzano
Telefono: 0471 41 12 34 dott.ssa Daniela Dalla, daniela.dalla@provincia.bz.it
Fax: 0471 41 12 39
E-mail: ufficio.cultura.italiana@provincia.bz.it
PEC: cultura@pec.prov.bz.it
Website: http://www.provincia.bz.it/arte-cultura/cultura/

Orario d'ufficio:

Lunedì, martedì, mercoledì e venerdì dalle ore 9.00 alle 12.00

Giovedì dalle ore 8.30 alle 13.00 e dalle 14.00 alle 17.30

Si consiglia di fissare un appuntamento.

Scadenze

A partire dal 1° gennaio 2017 e fino al 30 settembre 2017 (prorogato a lunedì 2 ottobre 2017) è possibile presentare domanda di finanziamento ad artiste ed artisti originari dell'Alto Adige o attivi sul territorio da almeno 2 anni, per la realizzazione di un progetto artistico o di un percorso formativo.

Qualora la scadenza cada in un giorno festivo o di chiusura degli uffici, questa viene spostata al primo giorno successivo feriale di apertura degli uffici provinciali.


Chi ha ottenuto un'anticipazione, deve rendicontare entro il 31 marzo dell´anno successivo a quello della concessione del contributo, secondo le modalità previste per la rendicontazione del relativo vantaggio economico.

I vantaggi economici sono liquidati, sulla base di quanto dichiarato dal beneficiario nel cronoprogramma, e comunque entro il termine massimo del 30 settembre dell'anno successivo alla conclusione delle attività descritte