Richiesta della conversione della patente di guida rilasciata da uno Stato non appartenente all’Unione Europea

Un servizio dell'amministrazione provinciale dell'Alto Adige

Descrizione generale

A seguito della richiesta per conversione della patente estera viene rilasciato un permesso provvisorio.

Si può chiedere la conversione del titolo abilitativo estero in equivalente documento italiano, alle seguenti condizioni:

  • la patente estera deve essere in corso di validità, conseguita prima dell’acquisizione della residenza in Italia,
  • il possesso dei requisiti psicofisici e morali previsti dagli articoli 119 e 120 del Codice della strada, decreto legislativo 30 aprile 1992, n. 285,

esistenza di reciprocità di trattamento tra Italia e Stato estero.

Dove?

La richiesta può essere presentata presso il Servizio sportello della Ripartizione mobilità,Bolzano, via Renon n. 12 (presso l'edificio  funivia del Renon),  oppure presso agenzia/autoscuola.

La conversione della patente di guida è obbligatoria per i residenti in Italia da oltre un anno che intendono farne uso.

Il permesso provvisorio di guida viene rilasciato con una validità di 40 giorni, è valido su tutto il territorio italiano e deve essere accompagnato da un documento di riconoscimento in corso di validità.

Per l'uso del servizio non valgono presupposti d'accesso.

  • patente extracomunitaria originale in corso di validità (viene trattenuta) ed una fotocopia,
  • traduzione della patente estera,
  • attestazione di autenticità della patente straniera rilasciata dalla rappresentanza diplomatica italiana nello Stato che ha rilasciato la patente, oppure dal Consolato o dall’Ambasciata in Italia dello Stato che ha rilasciato la patente. La firma dell’autorità Consolare deve essere legalizzata presso il Commissariato del Governo,
  • certificato medico originale in bollo e con foto autenticata dall'ufficiale sanitario, rilasciato in data non anteriore a tre mesi,
  • documento riconoscimento in corso di validità,
  • codice fiscale,
  • 2 foto formato tessera a capo scoperto, identiche e recenti, con sfondo chiaro su carta fotografica, firmate sul retro, di cui una autenticata (se l’interessato/a si presenta personalmente allo sportello, l’autenticazione viene fatta direttamente dal/la funzionario/a allo sportello),
  • dichiarazione sostitutiva di certificazione ai sensi dell’articolo 5 della legge provinciale 22 ottobre 1993, n. 17 contenente i dati relativi alla patente extracomunitaria nonché la data del primo Comune di residenza in Italia,
  • cittadini non appartenenti a Stati CEE devono esibire il permesso di soggiorno in originale oppure se dovesse essere scaduto, una fotocopia dello stesso e l’attestazione di pagamento postale del rinnovo.

Se la presentazione della richiesta viene effettuata da persona diversa dall’interessato, si richiede una delega scritta corredata dalla fotocopia di un documento d’identità del/la delegante ed il/la delegato/a deve esibire a sua volta un documento d’identità valido.


Allegati diversi:

elenco validità della patente di guida vedasi elenco fornito da 38.5

ulteriori informazioni inerenti agli stati esteri: http://www.esteri.it/MAE/IT

  • diritti di segreteria: Euro 10,20,
  • imposta di bollo: Euro 32,00.
Si può pagare direttamente allo sportello in contanti o con bancomat.

articolo 136 del Codice della strada, decreto legislativo 30 aprile 1992, n. 285.

La traduzione della patente estera può essere effettuata:

  • dalla rappresentanza diplomatica italiana nello Stato estero che ha rilasciato la patente,
  • dalla rappresentanza diplomatica in Italia dello Stato che ha rilasciato la patente (la firma dell’autorità Consolare deve essere legalizzata presso il Commissariato del Governo),
  • da un traduttore ufficiale abilitato o da un cittadino italiano o straniero che si assuma la responsabilità di effettuare una traduzione asseverata mediante giuramento davanti ad un cancelliere giudiziario o ad un notaio.

La nuova patente di guida italiana viene spedita direttamente a casa, mentre la patente estera trattenuta viene restituita all’autorità dello Stato estero che l’ha rilasciata.

(Ultimo aggiornamento del servizio: 14/02/2019)

Ente competente

38.5. Ufficio Patenti
Palazzo 3b, Piazza Silvius Magnago 3, 39100 Bolzano
Telefono: 0471 41 54 00
0471 41 54 01
Fax: 0471 41 54 54
E-mail: fuehrerscheine.patenti@provincia.bz.it
PEC: fuehrerscheine.patenti@pec.prov.bz.it
Website: http://www.provincia.bz.it/mobilita/

Orario d'ufficio:

Servizio sportello della Ripartizione mobilità: Bolzano,  via Renon n. 12 (presso l'edificio funivia del Renon)    

Lunedì, martedì, mercoledì, venerdì: ore 08.30 - 12.00
Giovedì: ore 8.30 -  16.00 (continuato)

Dal 18/02/2019 queste richieste verranno accettate dal lunedì al venerdì dalle ore 08:30 alle ore 10:00 ed il giovedì dalle ore 08:30 alle ore 15:00!

Scadenze

Per l'uso del servizio non ci sono da rispettare termini particolari.