Agevolazioni a enti e associazioni (economia)

Un servizio dell'amministrazione provinciale dell'Alto Adige

Descrizione generale

Agevolazioni ai sensi della LP 79/1973:

Agevolazioni a istituti, enti, associazioni ed organizzazioni per iniziative a favore dei settori economici dell’artigianato, dell’industria, del turismo, del commercio e dei servizi:

  • studi, ricerche, analisi e progetti di sviluppo
  • organizzazione e partecipazione a convegni, congressi, seminari, corsi e altre iniziative di formazione o aggiornamento, nonché a manifestazioni informative
  • organizzazione e partecipazione a manifestazioni fieristiche ed espositive nel territorio della Regione Trentino –Alto Adige
  • consulenze
  • costituzione di cooperazioni aziendali in forma di consorzio, cooperativa o altra forma giuridica
  • iniziative volte a migliorare le tecnologie, l’organizzazione e la gestione aziendale, a pianificare la successione d’impresa, a promuovere l’etica in economia, a incrementare la qualità in generale, ad aumentare il livello di tutela dell’ambiente, del lavoro e della salute sul posto di lavoro
  • partecipazione a concorsi di mestieri
  • organizzazione di concorsi di mestieri
  • altre iniziative per lo sviluppo dei rispettivi settori, rami economici o professioni

Agevolazioni ai sensi della LP 4/1997, art. 23/quater:

Agevolazioni a istituti, enti, associazioni ed organizzazioni per iniziative a favore dei settori economici dell’artigianato, dell’industria, del turismo, del commercio e dei servizi:

  1. formazione, aggiornamento, consulenza e diffusione di conoscenze;
  2. internazionalizzazione;
  3. pubblicità e promozione della produzione locale;
  4. studi, rilevazioni, ricerche e progetti di valorizzazione;
  5. ogni altra iniziativa ritenuta utile per il raggiungimento degli scopi di cui al presente comma.

Forma delle agevolazioni: contributo a fondo perduto

I contributi possono essere concessi ad associazioni di categoria e loro cooperative nonché a istituti, enti e organizzazioni che svolgono attività aventi ricaduta prevalente nel territorio della provincia di Bolzano.

Agevolazioni ai sensi della LP 79/1973:

Le agevolazioni vengono concesse alla condizione che non si tratta di sussidi statali ai sensi dell’art. 107 comma 1 del Trattato sul funzionamento dell’Unione Europea. Le iniziative devono avere lo scopo di sostenere lo sviluppo dei suddetti settori economici in generale, e non possono attenersi a singole imprese (p.e. studio sul futuro dell’artigianato altoatesino).

Agevolazioni ai sensi della LP 4/1997, art. 23/quater:

Le agevolazioni vengono concesse o nell’ambito del Regolamento di esenzione della UE, oppure come agevolazioni „de minimis“. Le iniziative agevolate vengono comunque realizzate dalle associazioni di categoria o dalle organizzazioni, però possono attenersi anche ad imprese definibili (p.e. l’organizzazione di una partecipazione congiunta di imprese ad una fiera, o la realizzazione di iniziative di formazione e consulenza per imprese).

Per l'uso del servizio non è richiesto di presentare ulteriori documenti, a meno della documentazione secondo i criteri.

Le domande devono essere provviste di marca da bollo da 16,00 € , ad eccezione dei richiedenti esentati per legge.

Misura dell'agevolazione:

LP 79/1973:
a) Per studi, ricerche, analisi e progetti di sviluppo, comprese iniziative di marketing e campagne d’immagine, limitatamente ai relativi settori, rami economici o professioni nonché ai prodotti o alle zone geografiche di rispettivo interesse può essere concesso un contributo fino alla misura massima del 50 % della spesa ammessa

b) Per iniziative volte a migliorare le tecnologie, l’organizzazione e la gestione aziendale, a pianificare la successione d’impresa, a promuovere l’etica in economia, a incrementare la qualità in generale, ad aumentare il livello di tutela dell’ambiente, del lavoro e della salute sul posto di lavoro può essere concesso un contributo fino alla misura massima del 50 % della spesa ammessa

c) Per l’organizzazione di convegni, congressi e altre manifestazioni informative può essere concesso un contributo fino alla misura massima del 50 % della spesa ammessa

d) Per la partecipazione a concorsi di mestieri

e) Per l’organizzazione di concorsi di mestieri può essere concesso un contributo fino alla misura massima del 50 % della spesa ammessa

f) Per altre iniziative per lo sviluppo dei rispettivi settori, rami economici o professioni può essere concesso un contributo fino alla misura massima del 50 % della spesa ammessa

Per le iniziative a), b), c) ed f), aventi carattere innovativo può essere concesso un contributo fino alla misura massima del 70 per cento della spesa ammessa.

LP 4/97, Art. 23 quater:
1. Per studi, ricerche, analisi e progetti di sviluppo fino al 50% della spesa ammessa, in regime di esenzione (regolamento UE n. 651/2014, art. 18).

2. Per l’organizzazione e partecipazione a convegni, congressi, seminari, corsi e altre iniziative di formazione o aggiornamento, nonché a manifestazioni informative:

a) fino al 50% della spesa ammessa, in regime di esenzione (regolamento UE n. 651/2014, art. 31);

b) fino al 40% della spesa ammessa in caso di iniziative obbligatorie per legge, in regime “de minimis” (regolamento UE n. 1407/2013).

3. Per l’organizzazione e partecipazione a  manifestazioni fieristiche ed espositive nel territorio della Regione Trentino-Alto Adige/Südtirol fino al 50% della spesa ammessa, in regime di esenzione (regolamento UE n. 651/2014, art. 19).

4. Per consulenze fino al 50% della spesa ammessa, in regime di esenzione (regolamento UE n. 651/2014, art. 18).

5. Per la costituzione di cooperazioni aziendali in forma di consorzio, cooperativa o altra forma giuridica fino al 50% della spesa ammessa, in regime “de minimis” (regolamento UE n. 1407/2013).

6. Per altre iniziative per lo sviluppo di imprese dei rispettivi settori, rami economici o professioni fino al 50% della spesa ammessa, in regime “de minimis” (regolamento UE n. 1407/2013).

(Ultimo aggiornamento del servizio: 29/06/2017)

Ente competente

35. Economia
Palazzo 5, via Raiffeisen 5, 39100 Bolzano
Telefono: 0471 41 37 69 Helga Reiter - Handel/commercio
0471 41 36 54 Edith Tauber - Handwerk/artigianato
0471 41 36 48 Evelyn Bellante - Handwerk/artigianato
0471 41 37 05 Claudia Busellato - Industrie/industria
0471 41 37 77 Maria Locher - Tourismus/Turismo
Fax: 0471 41 36 59 Handwerk/artigianato
0471 41 36 47 Handel/commercio
0471 41 37 07 Industrie/industria
0471 41 37 89 Tourismus/Turismo
E-mail: povvidenzecommercio@provincia.bz.it agevolazioni settore commercio
artigianato@provincia.bz.it agevolazioni settore artigianato
industria@provincia.bz.it agevolazioni settore industria
turismo@provincia.bz.it agevolazioni settore turismo
PEC: wirtschaft.economia@pec.prov.bz.it
Website: http://www.provincia.bz.it/economia

Orario d'ufficio:

Lunedì, martedì, mercoledì, venerdì: ore 9.00 - 12.00
Giovedì: ore 8.30 - 13.00, ore 14.00 - 17.30

Scadenze

  • Le domande devono essere presentate prima della realizzazione dell’iniziativa
  • Termine: 31 ottobre