Benessere animale - Concessione di un aiuto

Un servizio dell'amministrazione provinciale dell'Alto Adige

Descrizione generale

Beneficiari

Imprese agricole, che operano nel settore della produzione primaria di prodotti agricoli e che sono iscritti come detentori nella banca dati animali.

Inoltre devono essere "agricoltore in attività" ai sensi del regolamento (CE) nr. 1307/2013.

L’aiuto viene concesso per il pascolo di BOVINI di età compresa tra i 5 mesi e i 3 anni. L'età minima è ridotta a 3 mesi se gli animali provengono da allevamenti di vacche nutrici (data di riferimento è il 30 giugno 2020).

Gli animali, per i quali può essere concesso  l’aiuto, devono quindi essere nati prima del 1° febbraio 2020 nell’azienda della persona richiedente oppure, se provenienti da altre aziende, devono essere detenuti presso l’azienda della persona richiedente almeno dal 1° febbraio 2020.

Per aziende di vacche nutrici è previsto un'età minima di tre mesi, cioè gli animali devono essere nati prima del 1° aprile 2020 nell'azienda della persona richiedente o devono essere detenuti nell'azienda della persona richiedente almeno dal 1° aprile 2020

Il premio viene concesso solamente se:

  • la domanda per la concessione di aiuto viene presentata prima dell'inizio dell'attività di pascolo;
  • per gli animali pascolati la movimentazione è stata registrata nella banca dati;
  • l'attività di pascolo viene eseguita per almeno 60 giorni consecutivi a partire dalla presentazione della domanda;
  • il carico di bestiame massimo sulle superfici di pascolo non supera 1,0 unità bovina adulta.

Un rientro anticipato di bovini dal pascolo prima dei 60 giorni obbligatori deve essere comunicato all’ufficio provinciale responsabile entro 10 giorni.

Durante tutta la durata del pascolo deve essere assicurata la periodica sorveglianza degli animali.

Per lo stesso capo di bestiame l’aiuto può essere concesso una sola volta nell’arco della vita.

Per ogni persona richiedente l’aiuto può essere concesso per un numero massimo di 20 capi di bestiame all’anno.

Sulle superfici di pascolo è vietato l'utilizzo di concimi minerali, diserbanti o pesticidi senza autorizzazione.

L’importo dell’aiuto ammonta a 150 Euro per ogni capo ammissibile a contributo.

Se l’esercizio finanziario di riferimento non presenta la disponibilità di fondi necessari ad erogare gli aiuti a tutte le persone richiedenti nella misura di cui al comma 1, si applicano i seguenti criteri di esclusione:

a) in primo luogo sono esclusi dagli aiuti tutti gli animali portati al pascolo in zone che secondo l’allegato II della decisione della Commissione 558/2004/CE, non sono classificate come zone libere da IBR;

b) in secondo luogo sono esclusi dagli aiuti gli animali più giovani fino a quando si avrà nuovamente una sufficiente disponibilità di bilancio.

(Ultimo aggiornamento del servizio: 28/07/2020)

Ente competente

Ufficio Zootecnia
Palazzo 6 - Peter Brugger, via Brennero 6, 39100 Bolzano
Telefono: 0471 415090
0471 41 50 91
E-mail: zootecnia@provincia.bz.it
PEC: viehzucht.zootecnia@pec.prov.bz.it
Website: http://www.provincia.bz.it/

Orario d'ufficio:

Lunedì, martedì, mercoledì, venerdì: dalle ore 9:00 alle ore 12:00

Giovedì: dalle ore 8:30 alle ore 13:00 e dalle ore 14:00 alle ore 17:30

Scadenze

La domanda di aiuto deve essere inoltrata prima dell'inizio del pascolo presso i seguenti uffici. Termine ultimo per la presentazione della domanda é il 15 luglio 2020.

Ufficio zootecnia (Tel. 0471 415090), Via Brennero 6, 39100 Bolzano

Pec-Mail: viehzucht.zootecnia@pec.prov.bz.it

Uffici distrettuali dell'agricoltura:

Bressanone (tel. 0472 821240), viale Ratisbona18, 39042 Bressanone

Pec-Mail: lwbrixen.agribressanone@pec.prov.bz.it

Brunico (tel. 0474 582240), piazza Cappuccini 3, 39031 Brunico

PEC-Mail: lwbruneck.agribrunico@pec.prov.bz.it

Merano (tel. 0473 252240), piazza della Rena 10, 39012 Merano

PEC-Mail: lwmeran.agrimerano@pec.prov.bz.it

Silandro (tel. 0473 736140), via castello di Silandro 6, 39028 Silandro

PEC-Mail: lwschlanders.agrisilandro@pec.prov.bz.it