Casa Contributi per il superamento delle barriere architettoniche

Un servizio dell'amministrazione provinciale dell'Alto Adige

Descrizione generale

Uno degli obbiettivi delle agevolazioni edilizie della Provincia Autonoma di Bolzano è di consentire alle persone disabili con deficit funzionali permanenti, di adeguare la propria abitazione alle loro esigenze specifiche.

Per permettere di muoversi in completa autonomia e sicurezza negli ambienti da sempre abitati, la Provincia concede contributi a fondo perduto alle persone, alle famiglie, ma anche a condomini o istituti dove risiedono stabilmente queste persone.

QUALI INTERVENTI POSSONO ESSERE AGEVOLATI?

1. Eliminazione o superamento delle barriere esistenti all’esterno (Accesso) e all’interno della propria abitazione (residenza stabile e principale).

  • rampe
  • elevatori
  • ascensori

2. Adeguamento dell’abitazione alle esigenze specifiche delle persone disabili.

  • adeguamento del bagno
  • adeguamento dei luoghi di soggiorno e stanze
  • automazione di porte, finestre e tapparelle
  • elevatori a soffitto
  • miglioramento del confort di vita quotidiano ampliando gli spazi

3. Acquisto di un’abitazione senza barriere architettoniche, se l’unica propria abitazione per motivi tecnici non è adattabile.

4. Per essere ammessi al contributo per il superamento delle barriere architettoniche, l’abitazione da adeguare deve avere le caratteristiche di un alloggio popolare o economico e non superare la superficie netta di 160 m².


CHI PUÓ OTTENERE UN CONTRIBUTO – CHI PRESENTA LA DOMANDA?

  • Persone disabili con deficit funzionali permanenti: Persone con mobilità ridotta, ipovedenti, non udenti
  • Genitori con figli disabili
  • Familiari che percepiscono l’assegno di cura per familiari disabili conviventi
  • Condomini o istituti, se vi risiedono persone disabili

A QUANTO AMMONTA IL CONTRIBUTO PER LAVORI DI ELIMINAZIONE O SUPERAMENTO BARRIERE ARCHITETTONICHE E ADEGUAMENTO?

Alle persone disabili con deficit funzionale permanente viene concesso  un contributo in  relazione al reddito complessivo familiare annuo (media delle dichiarazioni DURP per gli anni 2015 e 2016).

Il contributo può variare dal minimo di 30% fino ad un massimo di 70% dei costi riconosciuti ammissibili.

Le seguenti fasce di reddito per il periodo dal 01.01.2017 fino al 30.06.2018 sono necessarie per la determinazione dell'ammontare del contributo.

IPES-fascia di reddito:   VSEM fino a 2,33

I.   fascia di reddito:      VSEM fino a 3,20

II.  fascia di reddito:      VSEM fino a 4,40

III. fascia di reddito:      VSEM fino a 5,00

IV. fascia di reddito:       VSEM fino a 5,40

Per le persone, per le quali è stato riconosciuto lo stato di gravità ai sensi del articolo 3 comma 3 della legge 5 febbraio 1992, n. 104, le fasce di reddito vengono aumentate del 20%.

Scaglionamento della spesa e relativo contributo:

la seguente tabella indica l'ammontare della percentuale, che viene liquidata come contributo. La percentuale dipende anche dall'ammontare delle spese riconosciute e dalla fascia di reddito.

Spesa riconosciuta

IPES-fascia di reddito

I. fascia di reddito

II. fascia di reddito

III. fascia di reddito

IV. fascia di reddito

0,00 € - 27.000,00 €

70%

40%

30%

30%

30%

27.000,01 €  -  54.000,00 €

60%

60%

50%

40%

30%

54.000,01 € -   81.000,00 €

80%

80%

70%

50%

30%

Se la domanda viene presentata da genitori di minori disabili o da familiari che accudiscono in famiglia la persona disabile, si considera il reddito familiare complessivo dei genitori o dei componenti familiari.

Ai condomini o istituti è concesso un contributo nella misura del 30% dei costi riconosciuti, se vi risiede stabilmente una persona disabile.

Dopo che l’amministratore condominiale ha presentato la domanda per il condominio, le persone disabili per la loro quota di spesa possono ottenere un ulteriore contributo commisurato al loro reddito complessivo familiare, ovvero inoltrare una ulteriore domanda. Questo tipo di contributo viene concesso a richiedenti disabili che non superano la terza fascia di reddito.

Spesa minima per ottenere un contributo: 2.000,00€

Spesa massima sulla quale viene concesso un contributo: 81.000,00€

A QUANTO AMMONTA IL CONTRIBUTO PER L'ACQUISTO DI UN ABITAZIONE SENZA BARRIERE ARCHITETTONICHE?

Se non é possibile per motivi tecnici adeguare la propria abitazione, l’unica posseduta, la Provincia autonoma di Bolzano concede un contributo nella misura di 20% del valore convenzionale dell’abitazione acquistata.

Il rilevamento delle difficoltà tecniche per un adeguamento viene effettuato con un sopraluogo dell’ufficio tecnico per l’edilizia agevolata della provincia.

Per esempio per Bolzano da luglio 2017:

Valore convenzionale a mq superficie convenzionale: 2.009,00 €/mq

Contributo a mq di superficie convenzionale: 401,8 €/mq

Per l’acquisto di un’abitazione senza barriere architettoniche le persone disabili con limitazioni funzionali permanenti che non sono ancora proprietari di abitazioni, possono accedere ai contributi per l’acquisto prima casa, se possiedono i requisiti generali e specifici per ottenere un’agevolazione edilizia.

Per l'uso del servizio non valgono presupposti d'accesso.

Per l'uso del servizio non è richiesto di presentare ulteriori documenti.

L'uso del servizio è gratuito.

(Ultimo aggiornamento del servizio: 20/10/2017)

Ente competente

25. Edilizia abitativa
Palazzo 12, via Canonico Michael Gamper 1, 39100 Bolzano
Telefono: 0471 41 87 00
0471 41 87 01
Fax: 0471 41 87 09
E-mail: edilizia.abitativa@provincia.bz.it
PEC: wohnungsbau.ediliziaabitativa@pec.prov.bz.it
Website: http://www.provincia.bz.it/edilizia-abitativa/

Orario d'ufficio:

Sede principale di Bolzano:

Palazzo 12, via Canonico Michael Gamper 1

(angolo via Macello) - tel. 0471/418710/40/60

lunedi, martedi, mercoledi e venerdi dalle 09:00 fino alle 12:00

giovedi dalle 08:30 alle 13:00 e dalle 14:00 alle 17:30

Informazioni:

Ufficio promozione dell’edilizia agevolata- tel. 0471-418741

Ufficio tecnico dell'edilizia agevolata - tel. 0471-418761

SEDI DISTACCATE: 

In corrispondenza delle ferie scolastiche, sono chiuse anche le nostre sedi distaccate. I periodi di chiusura vengono pubblicati di volta in volta sul sito Internet della Ripartizione Edilizia Abitativa.

Bressanone:

Viale Ratisbona 18 (Villa Adele)

Ogni secondo e quarto Mercoledi del mese

Dalle 09:00 alle 12:00 e dalle 14:00 alle 17:00

Brunico:

Piazza Cappuccini 3

Ogni primo e terzo Mercoledi del mese

Dalle 09:00 alle 12:00 e dalle 14:00 alle 17:00

Merano:

Piazza della Rena 10

Ogni Martedi dalle 09:00 alle 12:00 e dalle 14:00 alle 17:00

Silandro:

Via Castello di Silandro 6

Ogni primo Mercoledi del mese

Dalle 09:00 alle 12:00 e dalle 14:00 alle 17:00

Scadenze

La domanda può essere presentata con i preventivi dettagliati prima di iniziare i lavori; altrimenti a lavori terminati, entro 6 mesi con le fatture regolarmente quietanziate.

La domanda per l’acquisto può essere presentata con un contratto preliminare registrato.