Casa Interventi di emergenza per gravi casi sociali

Un servizio dell'amministrazione provinciale dell'Alto Adige

Descrizione generale

NOVITA'

Le modifiche della legge provinciale 17 dicembre 1998 n. 13 “Ordinamento dell’edilizia abitativa agevolata” del 22 gennaio 2010, comprendono anche un’importante novità per quanto riguarda gli aiuti dal Fondo Sociale di Emergenza. Il limite di reddito per poter accedere a tali contributi è stato innalzato dalla prima alla seconda fascia. Per i richiedenti che si trovano in un particolare stato di necessità, compresi quelli che abbiano perso il posto di lavoro a causa di licenziamento per cause loro non imputabili, che siano in mobilità o in cassa integrazione, la capacità economica non è valutata come fino ad ora in base alla media degli ultimi due anni fiscali di reddito, ma con riferimento alla situazione reddituale al momento della presentazione della domanda.

Chi ha diritto
Agli interventi di emergenza per gravi casi sociali possono essere ammessi richiedenti che:

  • siano già proprietari di un`abitazione;
  • si trovino in un particolare stato di necessità;
  • siano in possesso dei requisiti generali per essere ammessi alle agevolazioni edilizie provinciali
  • dispongano di un reddito complessivo familiare non superiore a quello della seconda fascia di reddito (vedi tabella fasce di reddito)

Lo stato di necessità non deve essere sorto per causa imputabile al richiedente (cause riconosciute sono per esempio decesso del coniuge o grave malattia ecc.) e deve essere tale che il richiedente corra il pericolo , senza l`aiuto della Provincia, di perdere l`abitazione.
Nella concessione del sussidio d`emergenza devono essere considerate sia la causa della situazione di necessità, sia le condizioni economiche, familiari e sociali della famiglia del richiedente.

Forme di agevolazione
Il sussidio d`emergenza consiste nella concessione di:

  • un contributo a fondo perduto
  • al massimo tre contributi annuali costanti

Il contributo viene concesso solo se con questo sussidio sia presumibile che sia assicurata stabilmente la proprietà dell`alloggio per la famiglia.
L´entità del sussidio di emergenza non può superare complessivamente il 10 per cento del valore convenzionale dell`alloggio.

Se l'agevolazione supera il 5% del valore convenzionale dell'abitazione, deve essere annotato il vincolo sociale.

Per l'uso del servizio non valgono presupposti d'accesso.

Per l'uso del servizio non è richiesto di presentare ulteriori documenti.

L'uso del servizio è gratuito.

(Ultimo aggiornamento del servizio: 19/01/2017)

Ente competente

25.2. Ufficio Promozione dell'edilizia agevolata
Palazzo 12, via Canonico Michael Gamper 1, 39100 Bolzano
Telefono: 0471 41 87 40
Fax: 0471 41 87 59
E-mail: promozione.edilizia.agevolata@provincia.bz.it
PEC: wohnbaufoerderung.promozioneedilizia@pec.prov.bz.it
Website: http://www.provincia.bz.it/edilizia-abitativa/

Orario d'ufficio:

Sede principale di Bolzano:

Palazzo 12, via Canonico Michael Gamper 1

(angolo via Macello) - tel. 0471/418710/40/60

lunedi, martedi, mercoledi e venerdi dalle 09:00 fino alle 12:00

giovedi dalle 08:30 alle 13:00 e dalle 14:00 alle 17:30

SEDI DISTACCATE: 

In corrispondenza delle ferie scolastiche, sono chiuse anche le nostre sedi distaccate. I periodi di chiusura vengono pubblicati di volta in volta sul sito Internet della Ripartizione Edilizia Abitativa.

Bressanone:

Viale Ratisbona 18 (Villa Adele)

Ogni secondo e quarto Mercoledi del mese

Dalle 09:00 alle 12:00 e dalle 14:00 alle 17:00

Brunico:

Piazza Cappuccini 3

Ogni primo e terzo Mercoledi del mese

Dalle 09:00 alle 12:00 e dalle 14:00 alle 17:00

Merano:

Piazza della Rena 10

Ogni Martedi dalle 09:00 alle 12:00 e dalle 14:00 alle 17:00

Silandro:

Via Castello di Silandro 6

Ogni primo Mercoledi del mese

Dalle 09:00 alle 12:00 e dalle 14:00 alle 17:00

Scadenze

Per l'uso del servizio non ci sono da rispettare termini particolari.