Invalidità civile, handicap e collocamento mirato

Un servizio dell'azienda sanitaria dell' Alto Adige

Descrizione generale

Vai al sito internet in lingua facile >

Il riconoscimento dell'invalidità civile (più di 1/3) può comportare, a seconda del tipo e della gravità, l'assegnazione di benefici economici e agevolazioni nell’inserimento lavorativo, come:

  • assistenza economica (INPS)
  • fornitura di presidi protesici (Azienda sanitaria)
  • trattamenti riabilitativi (Azienda sanitaria)
  • agevolazioni per l’utilizzo dei mezzi di trasporto (Enti locali)
  • collocamento obbligatorio (Provincia)
  • esenzioni ticket (Azienda sanitaria)
  • contrassegno per la circolazione e la sosta dei veicoli solo per gli invalidi che presentano una capacitá di deambulazione sensibilmente ridotta

In aggiunta alla domanda di riconoscimento dell'invalidità civile o per chi è già stato dichiarato invalido civile è possibile richiedere il riconoscimento dello stato di handicap ai sensi della Legge n. 104/1992 ed anche l'avviamento mirato al posto di lavoro ai sensi della Legge n. 68/1999. Questa istanza può essere presentata anche da persone per le quale è già stata riconosciuta un'invalidità civile (per il lavoro di integrazione mirata solo in caso di un'invalidità civile di almeno il 46%, per il riconoscimento di un handicap anche persone che non sono invalide civili).

Il riconoscimento avviene a seguito di visita da parte di un'apposita commissione sanitaria e il/la richiedente ha diritto di farsi assistere da un medico di fiducia. Nel caso di pazienti dichiarati intrasportabili con apposito certificato medico, il richiedente puó chiedere di essere visitato presso il proprio domicilio. 

Possono presentare domanda coloro che

  • sono residenti anagraficamente in Provincia di Bolzano,
  • non fruiscono di pensioni di guerra o di pensioni per servizio, né di rendite per infortunio sul lavoro da parte di amministrazioni pubbliche a titolo della stessa minorazione per la quale si richiede la prestazione.

  • Certificato medico
  • Documentazione sanitaria relativa alle patologie o menomazioni
  • Domanda compilata dal richiedente o dall'amministratore di sostegno (in caso di minore la domanda va presentata dai genitori o dal tutore)

La domanda corredata dalla documentazione può essere presentata personalmente o tramite i patronati allo sportello degli uffici invalidi oppure inviata per posta, per fax allegando fotocopia documento di riconoscimento ovvero per e-mail (PEC).

  • Legge del 30 marzo 1971 n. 118
  • Legge provinciale del 21 agosto 1978 n. 46

(Ultimo aggiornamento del servizio: 10/08/2020)

Ente competente

Azienda sanitaria della Provincia Autonoma di Bolzano
via Cassa Risparmio, 4, 39100 Bolzano
Telefono: 840002211
Fax: 0471 907 114
PEC: admin@pec.sabes.it
Website: http://www.asdaa.it