Interventi straordinari a favore dei servizi di vicinato

Un servizio dell'amministrazione provinciale dell'Alto Adige

Descrizione generale

La Provincia autonoma di Bolzano-Alto Adige continua ad agevolare gli esercizi di vicinato.

Imprese beneficiarie sono esercizi commerciali che svolgono un “servizio di vicinato”. Essi esercitano nelle zone rurali il commercio al dettaglio di un ampio assortimento di generi alimentari freschi e conservati nonché di generi di prima necessità in località con un minimo di 150 abitanti.

Iniziative agevolabili:

  • apertura dell’unico esercizio di vicinato;
  • mantenimento dell’esercizio di vicinato.

In una località con un minimo di 150 abitanti, situata in una zona classificata come strutturalmente svantaggiata di cui all’allegato A della deliberazione della Giunta provinciale n. 1180 del 30 dicembre 2019 possono accedere all’agevolazione per il mantenimento anche

  1. due esercizi di vicinato oppure
  2. un esercizio di vicinato ed è presente anche un esercizio commerciale con un adeguato assortimento di generi alimentari.

Altri requisiti fondamentali richiesti:

  • volume di affari medio annuo dichiarato ai fini IVA fino a un massimo di 400.000 euro, riferito agli ultimi tre anni;
  • massimo tre addetti a tempo pieno, compresi i titolari, gli apprendisti e i collaboratori familiari, salvo che quest’ultimi siano il coniuge o parenti del titolare entro il secondo grado in linea retta;
  • superficie di vendita non superiore a 150 m²;
  • orario di apertura giornaliero superiore a tre ore per sei giorni la settimana.

La “domanda di contributo per servizi di vicinato” è un servizio e-Government dell’Amministrazione provinciale. Per accedere ai servizi è necessario attivare l’identità digitale tramite SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale).

Per saperne di più su SPID visita le pagine dedicate in myCIVIS  al seguente link https://my.civis.bz.it/public/it/spid.htm.

La domanda per l‘anno 2020 deve essere presentata online attraverso il servizio dell’Amministrazione provinciale di cui sopra a partire dal 20 gennaio 2020.

Domande inviate all’Ufficio provinciale Commercio e servizi tramite PEC non sono ammissibili.

Alla domanda deve essere allegata la dichiarazione De minimis.

Imposta di bollo 16,00 euro

MISURA DEL CONTRIBUTO 

Apertura dell’unico esercizio di vicinato: contributo una tantum di 15.000,00 euro.

Mantenimento dell’esercizio di vicinato: contributo annuale fino a un massimo di 9.000,00 euro. Tale importo può essere maggiorato fino a un massimo di 11.000,00 euro in caso di alcuni servizi aggiuntivi:

  • vendita di quotidiani e riviste;
  • servizio di consegna a domicilio della spesa;
  • vendita di generi di monopolio;
  • postazione multimediale con collegamento internet e servizio fotocopie;
  • svolgimento di almeno una delle seguenti attività complementari: vendita di prodotti altoatesini con il marchio di qualità, supporto ai servizi postali.

I contributi sono concessi ai sensi della norma “de minimis” di cui al regolamento (UE) n. 1407/2013 della Commissione del 18 dicembre 2013.

Per maggiori informazioni la invitiamo a consultare il sito Web dell'istituzione competente dedicato a questo servizio.

(Ultimo aggiornamento del servizio: 21/01/2020)

Ente competente

Ufficio Commercio e servizi
Palazzo 5, via Raiffeisen 5, 39100 Bolzano
Telefono: 0471 41 37 68 Astrid Götsch Pasquin
0471 41 37 41
Fax: 0471 41 37 98
E-mail: commercio@provincia.bz.it
PEC: handel.commercio@pec.prov.bz.it
Website: http://www.provincia.bz.it/

Orario d'ufficio:

Lunedì, martèdì, mercoledì, venerdì: dalle 09:00 alle 12.00 Giovedì: dalle 08.30 alle 13.00 e dalle 14.00 alle 17.30

Scadenze

  • 30 aprile oppure 31 agosto per l’apertura dell’unico esercizio di vicinato;
  • 30 aprile per il mantenimento dell’esercizio di vicinato.