Agevolazioni per le associazioni di rappresentanza per consulenza e formazione in base all'art. 23- quarter LP 4/1997

Un servizio dell'amministrazione provinciale dell'Alto Adige

Descrizione generale

Agevolazioni ad associazioni di rappresentanza del settore cooperativo nonchè istituti, enti ed organizzazioni:

  1. formazione, aggiornamento, consulenza e diffusione di conoscenze
  2. internazionalizzazione
  3. pubblicità e promozione della produzione locale
  4. studi, rilevazioni, ricerche e progetti di valorizzazione
  5. ogni altra iniziativa ritenuta utile per il raggiungimento degli scopi di cui al presente comma.

Le agevolazioni vengono concesse o nell’ambito del Regolamento di esenzione della UE, oppure come agevolazioni „de minimis“. Le iniziative agevolate vengono comunque realizzate dalle associazioni di categoria o dalle organizzazioni, però possono riferirsi anche ad imprese definibili (p.e. l’organizzazione di una partecipazione congiunta di imprese cooperative ad una fiera, o la realizzazione di iniziative di formazione e consulenza per imprese cooperative).

Per l'uso del servizio è richiesto di presentare seguenti documenti come stabilito dalla deliberazione della Giunta provinciale del 26 aprile 2016 n. 437, e successive modifiche:

a) preventivi di spesa o distinta dettagliata delle spese;

b) descrizione dell’iniziativa, con indicazione degli obiettivi, dei tempi di realizzazione e di emissione della relativa documentazione di spesa, nonché delle ricadute e degli effetti sulle relative imprese;

c) cronoprogramma delle iniziative, se la loro realizzazione avviene in un arco temporale pluriennale;

d) piano di finanziamento;

e) eventuale dichiarazione “de minimis”;

f) eventuali ulteriori documenti richiesti dall’ufficio provinciale competente.

Le domande devono essere provviste di marca da bollo da 16,00 €; le cooperative sociali (O.n.l.u.s.) sono esenti.

LP 4/97, Art. 23 quater:

1. Per studi, ricerche, analisi e progetti di sviluppo fino al 50% della spesa ammessa, in regime di esenzione (regolamento UE n. 651/2014, art. 18).

2. Per l’organizzazione e partecipazione a convegni, congressi, seminari, corsi e altre iniziative di formazione o aggiornamento, nonché a manifestazioni informative:

a) fino al 50% della spesa ammessa, in regime di esenzione (regolamento UE n. 651/2014, art. 31);

b) fino al 40% della spesa ammessa in caso di iniziative obbligatorie per legge, in regime “de minimis” (regolamento UE n. 1407/2013).

3. Per l’organizzazione e partecipazione a  manifestazioni fieristiche ed espositive nel territorio della Regione Trentino-Alto Adige/Südtirol fino al 50% della spesa ammessa, in regime di esenzione (regolamento UE n. 651/2014, art. 19).

4. Per consulenze fino al 50% della spesa ammessa, in regime di esenzione (regolamento UE n. 651/2014, art. 18).

5. Per la costituzione di cooperazioni aziendali in forma di consorzio, cooperativa o altra forma giuridica fino al 50% della spesa ammessa, in regime “de minimis” (regolamento UE n. 1407/2013).

6. Per altre iniziative per lo sviluppo di imprese dei rispettivi settori, rami economici o professioni fino al 50% della spesa ammessa, in regime “de minimis” (regolamento UE n. 1407/2013).

(Ultimo aggiornamento del servizio: 05/10/2017)

Ente competente

Ufficio Sviluppo della cooperazione
Palazzo 10, via Crispi 15, 39100 Bolzano
Telefono: 0471 41 49 30
Fax: 0471 41 49 39
E-mail: coop@provincia.bz.it
PEC: gen.coop@pec.prov.bz.it
Website: http://www.provincia.bz.it/lavoro-economia/cooperative/

Orario d'ufficio:

Dal lunedì al venerdì dalle 09.00 alle 12.00. Il giovedì dalle e 8.30 alle 13.00 e dalle 14.00 alle 17.30.

Scadenze

Le domande devono essere presentate prima della realizzazione dell’iniziativa.
Termine: 31 ottobre