Rimborso spese per donatori e trapiantati d'organo e per terapie di riabilitazione per tetra- e paraplegici

Un servizio dell'amministrazione provinciale dell'Alto Adige

Descrizione generale

Concessione di sussidi finanziari a singole persone o ad associazioni operanti nel settore della donazione d’organi, per far fronte alle spese sostenute in seguito al trapianto o espianto di organi, purché effettuato presso un presidio ospedaliero provinciale. Non sono previsti sussidi in caso di spese a carico del Servizio sanitario. Inoltre concessione sussidi per le spese di viaggio e soggiorno sostenute da pazienti paraplegici e tetraplegici e da eventuali accompagnatori in occasione di terapie riabilitative presso strutture statali.

Sono ammesse a sussidio le seguenti spese:

spese di viaggio in caso di esami preliminari, interventi di trapianto e controlli successivi all’intervento; in quest’ultimo caso sono ammessi controlli in numero illimitato nei primi sei mesi dopo il trapianto e, decorsi sei mesi dal trapianto, fino ad un massimo di 4 controlli all’anno, salvo complicanze;

  1. spese di solo alloggio del/della paziente nel periodo pre e postoperatorio presso la località sede del centro trapianti, se tale soggiorno si rende necessario per esigenze cliniche documentate;
  2. spese di soggiorno (vitto e alloggio) sostenute da una eventuale persona accompagnatrice per l’intera durata della degenza del/della paziente. La necessità dell’accompagnamento deve essere attestata dal medico curante, a meno che il/la paziente non sia minorenne;
  3. spese di solo alloggio sostenute dalla persona accompagnatrice nel periodo pre e postoperatorio. La necessità dell’accompagnamento deve essere attestata dal medico curante, a meno che il/la paziente non sia minorenne;
  4. spese di viaggio e soggiorno (vitto e alloggio) sostenute da pazienti tetraplegici e paraplegici per sottoporsi a terapie riabilitative presso strutture statali e da loro eventuali accompagnatori. La necessità dell’accompagnamento deve essere attestata dal medico curante.

Qualora l’espianto sia avvenuto presso una struttura ospedaliera provinciale sono altresì ammesse:

  1. le spese per il trasporto della salma fino al luogo della sepoltura, anche fuori provincia;
  2. le spese per l’acquisto della cassa funebre o dell’urna e le spese per le pratiche amministrative cimiteriali.

I sussidi sono concessi a persone fisiche nonché a enti e associazioni operanti nel settore della donazione d’organi.

Alla domanda di sussidio per spese sostenute in relazione a un trapianto o espianto d’organo e per spese di viaggio e soggiorno sostenute da pazienti paraplegici, tetraplegici ed eventuali accompagnatori deve essere allegata la seguente documentazione:

  1. cartella clinica attestante lo stato di salute del/della paziente, qualora l’ufficio non ne sia già in possesso;
  2. documentazione medica attestante l’avvenuta prestazione e la necessità della stessa;
  3. tutta la documentazione fiscale inerente alle spese sostenute.

Alla domanda di sussidio per spese di trasporto della salma del donatore/della donatrice al luogo della sepoltura e per spese funerarie deve essere allegata la seguente documentazione:

  1. dichiarazione dell’ospedale attestante che l’espianto è avvenuto presso una struttura ospedaliera provinciale;
  2. documentazione fiscale relativa alle spese sostenute per il trasporto e la sepoltura del donatore/della donatrice.

La domanda di contributo è soggetta ad imposta di bollo. Apporre quindi sul modulo di domanda una marca da bollo da 16,00 euro.

Gli enti e le istituzioni ONLUS ne sono esentati.

Articolo 81, della legge provinciale 5 marzo 2001, n. 7, che autorizzata la Provincia a concedere sussidi finanziari a singole persone o ad associazioni operanti nel settore della donazione d’organi, per far fronte alle spese sostenute in seguito al trapianto o espianto di organi.

Delibera della Giunta provinciale n. 1866 del 9 dicembre 2013, che approva i criteri di concessione per i sussidi sopra indicati.

Contratto collettivo intercompartimentale per il periodo 2005-2008 per la parte giuridica - omissis -, allegato A, articoli 5 e 6, che regolamentano i rimborsi spese per vitto, alloggio e viaggio.

(Ultimo aggiornamento del servizio: 01/04/2019)

Ente competente

23.4. Ufficio Ordinamento sanitario
Palazzo 12, via Canonico Michael Gamper 1, 39100 Bolzano
Telefono: 0471 418151 Lorenz Corradini
Fax: 0471 41 81 59
E-mail: ordinamentosanitario@provincia.bz.it
PEC: ges.ord.san@pec.prov.bz.it
Website: http://www.provincia.bz.it/salute

Orario d'ufficio:

Lunedì, martedì, mercoledì e venerdì: ore 9.00 - 12.00
Giovedì: ore 8.30 - 13.00, ore 14.00 - 17.30

Scadenze

La domanda va presentata entro un anno dalla data di effettuazione della prestazione per la quale è richiesto il sussidio.