Contributi per misure volte all’incentivazione della mobilità sostenibile

Un servizio dell'amministrazione provinciale dell'Alto Adige

Descrizione generale

La Provincia concede contributi per misure finalizzate allo sviluppo della mobilità sostenibile in Alto Adige. Sono incentivabili misure volte alla riduzione, allo spostamento e al miglioramento del traffico. Tra esse figurano studi, indagini, ricerche, progetti, lo sviluppo e l’implementazione di software specifici, la redazione e pubblicazione di materiale divulgativo, manifestazioni, convegni e campagne di sensibilizzazione, attività di formazione e l’acquisto di beni nell’ambito di iniziative e progetti relativi alla mobilità ciclistica e pedonale quotidiana.
Può essere concesso un contributo fino alla misura massima del 75 per cento della spesa ammessa.

I contributi possono essere concessi a soggetti pubblici e privati. Fanno parte dei soggetti pubblici: i comuni, le comunità comprensoriali, tutte le forme associative dei comuni, i consorzi di bonifica, le amministrazioni dei beni di uso civico, le aziende pubbliche di servizi alla persona, le aziende di cura, di soggiorno e turismo, le associazioni e i consorzi turistici.
Soggetti privati sono persone giuridiche aventi sede principale in provincia di Bolzano.
Le imprese possono ricevere un incentivo solo per le misure volte alla riduzione, allo spostamento o al miglioramento del traffico prodotto dalla propria azienda.

La domanda di contributo deve essere redatta sul modello predisposto dalla Ripartizione Mobilità e inviato via PEC all'indirizzo transport.trasporti@pec.prov.bz.it. Alla domanda sono da allegare i seguenti documenti:

  • descrizione dettagliata dell’attività
  • preventivo di spesa suddiviso per tipologia
  • piano di finanziamento dettagliato
  • dichiarazione sostitutiva per la concessione di aiuti in regime di de-minimis (obbligatorio per imprese)
  • dichiarazione sostitutiva sulle imprese collegate (obbligatorio per imprese controllate o controllanti)
  • copia del modulo F23 (nel caso di assolvimento dell’imposta di bollo tramite F23)

Per le domande: imposta di bollo da 16,00 € se il richiedente non è esente dall'imposta di bollo.

Avvertenze
Le domande di contributo devono essere presentate in ogni caso prima dell’avvio dell‘attività.

Una commissione provinciale valuta le domande presentate secondo una scala con tre livelli di priorità. Le misure che hanno incidenza principalmente sulla riduzione del traffico saranno valutate con un punteggio massimo di 60 punti. Per lo spostamento del traffico sono previsti al massimo 50 punti e per il miglioramento del traffico al massimo 30 punti. Punti aggiuntivi possono essere ottenuti per misure innovative, misure di rilevanza sociale ed educativa, per misure che garantiscono un’ampia copertura geografica o il coinvolgimento di vari soggetti o per misure che presentano sinergie con altri progetti.
L’entità del contributo dipende dal punteggio totale assegnato dalla commissione. Sono ammesse a contributo solo le domande che raggiungono un minimo di 30 punti.

Non sono ammissibili le spese per la progettazione e l’esecuzione di lavori, le spese di gestione corrente, le spese di ordinaria e straordinaria manutenzione e le spese di viaggio, vitto e alloggio. Le spese per il personale sono ammesse limitatamente alle assunzioni effettuate da soggetti pubblici per la realizzazione delle attività ammesse a contributo.

Obblighi
I beneficiari si obbligano a utilizzare i beni oggetti di contributo effettivamente nell’ambito della propria attività e a non modificarne la destinazione economica per tre anni. In questo periodo i beni non possono essere alienati o dati in affitto. I soggetti pubblici possono mettere a disposizione i beni alla collettività a titolo gratuito o dietro versamento di una partecipazione alle spese. È ammissibile la messa a disposizione dei beni da parte dei soggetti privati limitatamente ai propri dipendenti.

(Ultimo aggiornamento del servizio: 23/03/2018)

Ente competente

38.1. Ufficio Ferrovie e trasporto aereo
Palazzo 3b, Piazza Silvius Magnago 3, 39100 Bolzano
Telefono: 0471 41 46 40
Fax: 0471 41 46 59
E-mail: trasporti@provincia.bz.it
PEC: transport.trasporti@pec.prov.bz.it
Website: http://www.provincia.bz.it/mobilita/

Scadenze

  • 31 marzo
  • 31 luglio