Domanda di autorizzazione per attività di raccolta a scopi geoscientifici

Un servizio dell'amministrazione provinciale dell'Alto Adige

Descrizione generale

Per la raccolta di pietre/minerali nelle aree protette ovvero per la raccolta di fossili in tutto il territorio provinciale altoatesino è necessaria una specifica autorizzazione. Anche al di fuori delle aree protette è necessaria un’autorizzazione, che deve essere richiesta alla Federazione dei circoli mineralogici provinciali.

Ci sono due modalità di accesso al servizio online:

SPID
Tramite SPID, il Sistema Pubblico di Identità Digitale, ottieni accesso al servizio tramite username e password utilizzabile da computer, tablet e smartphone. SPID può essere richiesto presso uno degli otto Identity provider da tutti i cittadini italiani maggiorenni, residenti in Italia. In myCIVIS trovi tutte le ulteriori informazioni al seguente link https://my.civis.bz.it/public/it/spid.htm.

- oppure -  

Carta Servizi
Per utilizzare la Carta Servizi devi prima recarti personalmente presso un comune e farla attivare. In seguito riceverai il codice PIN e PUK e un lettore. Solo con il lettore e l’apposito software installato su un PC o laptop potrai accedere ai servizi online. Maggiori informazioni trovi in myCIVIS al seguente link https://my.civis.bz.it/public/it/carta-servizi.htm.

Alle domande per la raccolta di minerali presentate da persone fisiche private devono essere allegate due marche da bollo da 16,00 euro (una per la domanda ed una, allegata, da applicare all’eventuale autorizzazione). Nel caso in cui il richiedente fosse esonerato dall’imposta di bollo, questo deve risultare dalla domanda presentata. Per la domanda presentata online le due marche da bollo devono essere acquistate anticipatamente. Tutte le ulteriori informazioni si evincono dalla domanda stessa.

Raccolta di fossili (articolo 23 della legge provinciale del 12 maggio 2010, n. 6 – Legge di tutela della natura)
In Alto Adige la raccolta e l’estrazione di fossili è proibita. Il direttore della Ripartizione Natura, paesaggio e sviluppo del territorio può, in accordo con il direttore della Ripartizione Beni culturali, e dopo aver ottenuto il parere favorevole del Museo di scienze naturali dell'Alto Adige, concedere un’autorizzazione per la raccolta e l’estrazione di fossili esclusivamente a scopi scientifici e didattici, come pure per la raccolta di reperti in collaborazione con il Museo di scienze naturali.

Raccolta di minerali (art. 24 della legge provinciale del 12 maggio 2010, n. 6 – Legge di tutela della natura)
Per la raccolta di minerali in Alto Adige è necessaria un’autorizzazione specifica. Nelle aree protette la raccolta è ammissibile solo con un’autorizzazione specifica del direttore ovvero direttrice della Ripartizione Natura, Paesaggio e sviluppo del territorio. L’autorizzazione può essere rilasciata solo per scopi scientifici o didattici o per la raccolta di reperti in collaborazione con il Museo di scienze naturali dell’Alto Adige, e solo nel caso in cui vi sia un parere positivo dello stesso Museo di scienze naturali.

Per maggiori informazioni la invitiamo a consultare il sito Web dell'istituzione competente dedicato a questo servizio.

(Ultimo aggiornamento del servizio: 31/07/2018)

Ente competente

Ufficio Parchi naturali
Palazzo 11, via Renon 4, 39100 Bolzano
Telefono: 0471 41 77 70
Fax: 0471 41 77 89
E-mail: parchi.naturali.bolzano@provincia.bz.it
PEC: naturparke.parchinaturali@pec.prov.bz.it
Website: http://www.provincia.bz.it/natura-ambiente/natura-territorio/

Scadenze

Presenta la domanda con congruo anticipo rispetto all’attività prevista!