Contributi per brevi periodi di mobilità internazionale a scopo di ricerca

Un servizio dell'amministrazione provinciale dell'Alto Adige

Descrizione generale

I contributi per brevi periodi di mobilità internazionale sostengono i costi di viaggio e soggiorno di ricercatrici e ricercatori che operano negli enti di ricerca altoatesini e che intendano svolgere un’attività di ricerca scientifica o/e apprendere nuove metodologie e tecnologie all’estero, oltre la Euroregione Tirolo-Alto Adige Trentino.

I soggiorni possono essere di minimo 10 e massimo 180 giorni e devono svolgersi almeno in parte nell’anno in cui si presenta la richiesta.

Le domande devono essere presentate dall’ente di ricerca presso cui il ricercatore o la ricercatrice lavorano.

Possono presentare domanda gli enti previsti all´art. 2 comma 1. dei Criteri di attuazione della legge provinciale 14/2006 che possiedano i requisiti di cui all’art. 3 dei medesimi criteri.

Possono essere richiesti contributi per la mobilità internazionale breve di ricercatrici e ricercatori in uscita (outgoing) dall'Alto Adige e che soddisfano i seguenti requisiti:

a) hanno conseguito un dottorato di ricerca (PhD) o un titolo di studio equipollente, oppure sono in possesso di una laurea magistrale o un titolo di studio equipollente e possono documentare, anche con pubblicazioni scientifiche, un’esperienza di ricerca di almeno quattro anni equivalenti a tempo pieno;

b) hanno con il richiedente un rapporto di lavoro di collaborazione scientifica in corso.

1.       domanda di contributo (vedi Modulistica)

2.       descrizione dettagliata dell’attività scientifica in corso e dell’attività scientifica che si intende svolgere nell’ambito della mobilità internazionale;

3.       piano finanziario (vedi Modulistica);

4.       curriculum scientifico del ricercatore/della ricercatrice, con l’indicazione dei progetti finanziati e delle principali pubblicazioni scientifiche (max. 10) riferite all’attività di ricerca che si intende svolgere nell’ambito della mobilità internazionale;

5.       cronoprogramma delle attività e delle relative spese (vedi Modulistica).

La domanda deve essere provvista di marca da bollo, pena il rigetto. Tramite autocertificazione riportata nel modulo di domanda si dichiara l’acquisto della marca da bollo con l’indicazione del codice univoco telematico e della data. La marca da bollo può essere utilizzata per una sola domanda.

Le domande vengono elaborate secondo l’ordine cronologico di arrivo.

La data di inizio della mobilità deve essere comunicata entro 60 giorni dalla comunicazione della concessione del contributo.

Il contributo può coprire le spese di viaggio, vitto e alloggio sostenute nel periodo compreso fra la data di inizio e di fine del periodo di mobilità approvato. Le spese devono essere rendicontate entro 90 giorni dal termine della mobilità.

(Ultimo aggiornamento del servizio: 27/06/2019)

Ente competente

Ufficio Ricerca scientifica
Palazzo 5, via Raiffeisen 5, 39100 Bolzano
Telefono: 0471 41 37 26
Fax: 0471 41 36 14
E-mail: ricerca@provincia.bz.it
PEC: forschung.ricerca@pec.prov.bz.it
Website: http://www.provincia.bz.it/innovazione-ricerca/innovazione-ricerca-universita

Scadenze

Le domande devono essere presentate dall’ente di ricerca presso cui il ricercatore o la ricercatrice lavorano e possono essere presentate tutto l’anno, prima dell’inizio dell’attività e non oltre il 25 novembre.