Agevolazioni per imprese in caso di calamità naturali (senza delimitazione della zona)

Un servizio dell'amministrazione provinciale dell'Alto Adige

Descrizione generale

Contributo straordinario a favore di imprese industriali, artigianali, turistiche, commerciali e di servizi situate in zone colpite da gravi calamità pubbliche sull’ammontare dei danni subiti e riferiti a:

  • opere murarie;
  • arredamenti;
  • attrezzature;
  • impianti tecnici;
  • scorte di merci e prodotti;
  • scorte di materiali;
  • costi del personale per le attività di sgombero.

Inoltre sono ammissibili anche gli interventi di protezione e di consolidamento.

Imprese situate nelle zone colpite da gravi calamità pubbliche.

  • elenco dei danni;
  • posizione assicurativa;
  • dichiarazione particolareggiata circa altri titoli che danno diritto a un risarcimento dei danni;
  • materiale fotografico o altra documentazione a colori idonea a consentire la quantificazione del danno;
  • elenco dettagliato delle ore lavorative per la riparazione del danno;
  • inventari e i registri di carico e scarico relativi al periodo immediatamente precedente all'evento calamitoso, e ogni altro documento idoneo a dimostrare la preesistenza del bene distrutto o danneggiato.

La domanda in base alla Legge Provinciale n. 27/1987 deve essere provvista di una marca da bollo da € 16,00.

Legge provinciale 22 ottobre 1987, n. 27 "Provvidenze straordinarie per imprese industriali, artigianali, commerciali, di servizi, alberghiere e pubblici esercizi situate in zone colpite da gravi calamità pubbliche" ; Deliberazione della Giunta provinciale del 27 agosto 2019, n. 710 "Criteri per la concessione di sovvenzioni straordinarie per eventi calamitosi".

Misura dell’agevolazione:

La sovvenzione è concessa in forma di contributo in conto capitale, conforme al regolamento (UE) 1407/2013 (Deminimis), per un importo pari al 50 per cento delle spese ammissibili.

Per la liquidazione di sovvenzioni superiori a 25.000,00 Euro è richiesta al beneficiario una garanzia o fideiussione a prima richiesta in favore della Provincia autonoma di Bolzano, quale garanzia per la ricostruzione e per eventuali obblighi di restituzione della sovvenzione.

In caso di danni coperti da garanzia assicurativa o di indennizzi ottenuti ad altro titolo l‘impresa beneficiaria dovrà restituire il contributo per la parte non più rapportata al danno rimasto effettivamente a carico.

L‘impresa beneficiaria è obbligata a ricostruire la propria azienda o i propri impianti. Le opere di ricostruzione devono essere ultimate entro 24 mesi dalla data di concessione del contributo. Qualora alla scadenza del predetto termine, gli uffici provinciali competenti accertassero la mancata o parziale esecuzione delle opere, il contributo erogato è corrispondentemente revocato o ridotto, ed il relativo importo deve essere restituito. 

(Ultimo aggiornamento del servizio: 01/04/2020)

Ente competente

35. Economia
Palazzo 5, via Raiffeisen 5, 39100 Bolzano
Telefono: 0471 41 36 50 Elena Lucio - Handwerk/artigianato
0471 41 37 00 Claudia Busellato - Industrie/industria
0471 41 37 68 Astrid Götsch - Handel und Dienstleistungen/commercio e servizi
0471 41 37 64 Ivo Degiorgis - Tourismus/turismo
E-mail: economia@provincia.bz.it
PEC: handwerk.artigianato@pec.prov.bz.it
industrie.industria@pec.prov.bz.it
handel.commercio@pec.prov.bz.it
tourismus.turismo@pec.prov.bz.it
Website: http://www.provincia.bz.it/

Orario d'ufficio:

Lunedí, martedí, mercoledí, venerdí: ore 9.00 - 12.00
Giovedí: ore 8.30 - 13.00, ore 14.00 - 17.30

Scadenze

Le domande devono essere presentate prima dell'avvio degli investimenti ed entro sei mesi dal verificarsi dell'evento calamitoso.