News

Dalla Giunta: nuovi criteri per il sostegno a film e produzioni tv

La Giunta provinciale ha approvato oggi (22 dicembre) i nuovi criteri per il sostegno a film e produzioni televisive, che terranno conto sia del Regolamento generale della Commissione europea che dell’esperienza maturata nei primi 5 anni di finanziamento di film, fiction e documentari.

Nuovi criteri per il sostegno a film e produzioni tv: attenzione a giovani e produzioni locali

Obiettivo del sostegno alle produzioni di film e tv è il rafforzamento qualitativo e quantitativo e lo sviluppo del settore cinematografico e della creatività audiovisiva in Alto Adige. In base alle nuove direttive UE, viene introdotta la singola valutazione del progetto, che sostituisce il cosiddetto "test culturale" europeo. L’UE ha inoltre abolito anche l’obbligo di notifica della sovvenzione alla Commissione europea. Con i nuovi criteri saranno sostenuti la produzione, lo sviluppo di progetto e la pre-produzione di film e prodotti tv in grado di portare effetti positivi sull’economia culturale e sull’offerta formativa in Alto Adige.

Tra le novità significative, illustrate dal presidente Arno Kompatscher dopo la seduta, la decisione della Giunta di porre particolare attenzione al sostegno di giovani talenti e di prevedere due tipologie di finanziamento: un sostegno di carattere generale e uno speciale per progetti di finzione di alta qualità e low budget con costi di produzione totali non superiori a 500mila euro. Di questa tipologia possono essere finanziati al massimo tre progetti l’anno con un contributo massimo ciascuno di 250mila euro. "Questa novità rappresenta un’importante opportunità per i giovani cineasti e produttori altoatesini", ha spiegato Kompatscher.

In linea di massima il sostegno a film e produzioni tv viene concesso sottoforma di contributo fino al 50% dei costi complessivi di produzione. Il contributo massimo è di 1,5 milioni di euro a progetto. Per quanto invece riguarda il sostegno dello sviluppo di progetto e della pre-produzione, questo può essere richiesto solo per progetti che abbiano un riferimento culturale e di realizzazione in Alto Adige: tale agevolazione può raggiungere il 70% delle spese ma non superare i 100mila euro.
Confermato il cosiddetto "effetto territorio": il beneficiario dovrà attestare che dei costi di produzione ammessi per la realizzazione del progetto, una somma pari ad almeno il 150% del contributo ammesso viene spesa in Alto Adige, con deroghe in casi particolari. Riferimento per il sostegno a film e tv resta la BLS, che dal 2016 viene accorpata con EOS, SMG e TIS nella nuova Agenzia IDM.

LPA

Galleria fotografica