News

Sostegno all'economia: Kompatscher incontra le associazioni di categoria

Il punto sulle misure di promozione dell'economia e i prossimi passi sono stati discussi oggi (28 gennaio) a Bolzano dal presidente della Provincia Arno Kompatscher con le associazioni di categoria.

Il presidente Kompatscher ha fatto il punto sul sostegno all'economia con le associazioni di categoria (Foto USP/ohn)

Nel 2014 la Giunta provinciale ha completamente aggiornato il sistema della promozione dell'economia: non più contributi a pioggia con arretrati difficili da smaltire e lunghi tempi di attesa ma spazio invece a interventi prioritari sulle agevolazioni fiscali, sui mutui a condizioni favorevoli attraverso il fondo di rotazione, su misure di incentivazione mirate. Il fondo di rotazione con la nuova impostazione è stato attivato nel maggio 2015 e oggi a Palazzo Widmann è stato il momento di un primo bilancio. "Sono pervenute più richieste di quelle che ci aspettavamo. Significa da un lato che lo strumento del fondo di rotazione finora è stato ben accolto dalle imprese e dall'altro che siamo in presenza di un'elevata disponibilità ad investire", ha detto il presidente Kompatscher. Il ricorso al fondo di rotazione si registra in particolare nel settore dell'artigianato.

Kompatscher, che in Giunta provinciale ha anche le competenze sull'economia, ha ricordato che oltre al fondo di rotazione il nuovo sistema di promozione dell'economia comprende diverse linee di intervento in procinto di diventare operative: la riapertura dei contributi in conto capitale per consulenza e aggiornamento (previste da luglio 2016), i bandi di gara per investimenti (a inizio 2017). Nell'incontro con il mondo economico è stato anche fatto il punto sulla situazione dei contributi arretrati e sul loro smaltimento: "Anche se abbiamo poturo incrementare il volume delle somme vincolate, non siamo completamente soddisfatti della situazione. Perciò è nostra intenzione potenziare in questo ambito sia le risorse di natura finanziaria che quelle riferite al personale", ha chiarito Kompatscher.

Alla luce delle possibilità offerte dal nuovo regolamento UE di esenzione, sono state prospettate anche nuove iniziative speciali di sostegno, ad esempio per gli esercenti di impianti a fune o per aziende che creano posti di lavoro per apprendisti. "Significato e scopo di queste misure straordinarie è introdurre azioni mirate e in tal modo ottenere precisi effetti incentivanti", ha concluso Kompatscher.

LPA

Galleria fotografica