News

Legge di stabilità, alla Provincia le competenze sul commercio

Con il via libera alle disposizioni collegate alla legge di stabilità, l'Alto Adige riprende in mano le proprie competenze sulla politica commerciale.

L'approvazione da parte del Consiglio dei Ministri (23 febbraio) delle disposizioni collegate alla legge di stabilità, portà con sè anche la nuova regolamentazione del commercio nelle zone produttive in Alto Adige: estremamente soddisfatto il presidente della Provincia Arno Kompatscher, il quale parla di "pietra miliare dell'autonomia". Il Landeshautpmann sottolinea che "si riesce finalmente a garantire chiarezza e certezza del diritto per quanto riguarda il commercio nelle zone produttive, e ciò rappresentava una delle priorità che la Giunta provinciale si era posta per la legislatura. Il risultato raggiunto è di grande portata per la nostra autonomia, dato che rappresenta la base giuridica per portare definitivamente a conclusione il percorso avviato negli ultimi anni per quanto riguarda le competenze della Provincia in tema di urbanistica e di regolamentazione delle attività commerciali all'interno delle zone produttive".

La norma di attuazione, approvata la scorsa estate e già entrata in vigore, consente infatti alle Province di Bolzano e di Trento di escludere o limitare nuovi insediamenti commerciali al dettaglio nelle zone produttive al fine di garantire il tessuto commerciale tradizionale e la tutela della vivibilità dei centri storici. Inoltre, in relazione alla particolarità del territorio di montagna, le Province possono adottare misure di incentivazione per la salvaguardia e la riqualificazione dei piccoli negozi, nel rispetto dell’ordinamento UE sugli aiuti di Stato. "Nonostante le molte resistenze incontrate - commenta il Landeshauptmann - siamo riusciti a difendere la nostra politica sul commercio, ponendo le condizioni che ci consentiranno di mantenere e tutelare la struttura tradizionale e i negozi di prossimità".

Già oggi, con 1,82 metri quadrati per abitante, l'Alto Adige ha una superficie di commercio al dettaglio superiore ad ogni altra Regione italiana, "a dimostrazione che la strategia portata avanti in questi decenni - commenta Kompatscher - ha garantito la concorrenza e la diversificazione dell'offerta. La difesa di questa nostra competenza - conclude il presidente altoatesino - è stata molto importante, anche perchè riusciamo a porre fine ad un lungo contenzioso fra Provincia e Stato". In allegato la tabella con le tappe principali della vicenda.

LPA