News

Relazione accompagnatoria, sostegno alla mobilità elettrica

Approvata la relazione accompagnatoria alla legge di stabilità. Tra le novità il sostegno a leasing e noleggio a lungo termine di veicoli elettrici.

Dalla relazione accompagnatoria via libera al sostegno per leasing e noleggio di auto elettriche (Foto: ASP)

"Disposizioni collegate alla legge di stabilità 2020". Questo il titolo del disegno di legge approvato oggi (29 ottobre) dalla Giunta provinciale e che, assieme a bilancio di previsione e legge di stabilità, verrà sottoposto al Consiglio provinciale per la discussione e l’approvazione definitiva. La relazione accompagnatoria è composta da 15 articoli, che in parte riguardano adeguamenti di tipo tecnico-giuridico di normative già esistenti. Tra questi vi è, ad esempio, una modifica riguardante le modalità di pagamento del diritto di raccolta funghi che ridurrà il rischio di manipolazioni dei permessi, ma non solo. L’articolo 5, infatti, si concentra sul sostegno all’acquisto di veicoli ad emissioni zero, ovvero auto elettriche compresi gli ibridi elettrici plug-in. “Per incentivare una maggiore diffusione di una mobilità sostenibile dal punto di vista ecologico e ambientale – ha commentato il presidente Arno Kompatscher – oltre all’acquisto di autoelettriche offrirermo dei contributi anche per il leasing e il noleggio a lungo termine”.

Uno spazio, all’interno del provvedimento, è dedicato anche alla formazione medica, sia di base che specialistica. “La norma – ha proseguito Kompatscher – fa ora riferimento diretto alla direttiva europea sul riconoscimento delle qualifiche professionali, garantendo così un rafforzamento della nostra posizione dal punto di vista del diritto per quanto riguarda le borse di studio”. Altro passaggio da citare, per quanto riguarda la relazione accompagnatoria, è quello che parifica le piccole e medie derivazioni d’acqua per la produzione di energia elettrica alle grandi derivazioni. Con la modifica inserita all’articolo 9, infatti, l’indennizzo spettante al concessionario uscente potrà essere determinato senza vincolarsi al valore di mercato dei beni, adattando così al meglio la normativa al panorama giuridico di riferimento che si presenta in continua evoluzione.

jw/mb

Galleria fotografica

Le decisioni della Giunta Provinciale di Bolzano 29-10-2019