News

  • L’assessore Bizzo presenta le misure per l’integrazione degli immigrati nel mondo del lavoro (16 luglio)

    Saranno presentati nel corso di una conferenza stampa che avrà luogo martedì 16 luglio, alle ore 10,30, nell’Auditorium del Palazzo provinciale 12, in via Gamper,1 a Bolzano i risultati di uno studio realizzato dall’istituto di ricerche sociali “apollis” su incarico della Giunta provinciale.

  • Seduta costitutiva della Consulta provinciale per l’immigrazione

    L’assessore Roberto Bizzo con i componenti della neocostituita Consulta provinciale per l’immigrazione

    Si è svolta nei giorni scorsi la seduta costitutiva della Consulta provinciale per l’immigrazione presieduta dall’assessore provinciale al lavoro, Roberto Bizzo.

  • Situazione lavoratori dipendenti: indagine IPL, Bizzo alla presentazione l'11 luglio

    Il clima di fiducia dei lavoratori dipendenti altoatesini: è il tema del primo barometro IPL, un’indagine dell’Istituto promozione lavoratori che verrà ripetuta ogni 3 mesi. L’assessore provinciale al lavoro Roberto Bizzo partecipa giovedì 11 luglio a Bolzano alla presentazione dei risultati della prima rilevazione.

  • Bizzo presenta il Piano per il lavoro: 44 misure, interventi strutturali

    Il Piano provinciale per il lavoro entra nella fase operativa: dal patto generazionale nel pubblico impiego agli sgravi fiscali per le assunzioni, dal rilancio del settore edile al sostegno per disoccupati di lungo periodo e alla conciliabilità lavoro-famiglia, sono 44 le misure contenute nel Piano pluriennale fino al 2020. Oggi (4 luglio) a Bolzano l’assessore provinciale Roberto Bizzo ha presentato la programmazione nel lungo periodo: "Misure strutturali per assicurare l’occupazione, specie ai giovani, e la crescita dell’economia."

  • Introdotte limitazioni alla libera circolazione dei lavoratori croati nel mercato del lavoro nazionale

    Il direttore della Ripartizione lavoro della provincia, Helmuth Sinn, sottolinea in una nota che l’entrata della Croazia nell’Unione Europea non coincide con la libera circolazione dei lavoratori croati all’interno dell’UE.

  • Piano per il lavoro, presentazione delle misure spostata al 4 luglio (non il 3)

    La conferenza stampa di presentazione del Piano provinciale per il lavoro approvato nell’ultima seduta dalla Giunta è spostata a giovedì 4 luglio (anzichè il 3 come previsto in origine). L’assessore provinciale Roberto Bizzo illustra le misure che fissano le strategie sull’occupazione per i prossimi 7 anni.

  • Piano provinciale per il lavoro, il 3 luglio la presentazione delle misure

    Oltre 40 misure, suddivise in 9 macro-obiettivi, che fissano le strategie programmatiche sull’occupazione per i prossimi 7 anni. E’ il piano pluriennale per il lavoro, approvato lunedì scorso dalla Giunta provinciale. I dettagli dei principali provvedimenti saranno illustrati mercoledì 3 luglio nel corso di una conferenza stampa.

  • Edilizia, pacchetto pubblico per il rilancio del settore

    L’edilizia, uno dei settori maggiormente colpiti dalla crisi economica, è stato al centro di un incontro svoltosi questo pomeriggio (25 giugno) fra i sindacati di categoria e gli assessori Tommasini e Bizzo. "Dobbiamo lavorare in squadra per rilanciare l’edilizia - hanno spiegato i due assessori - il pacchetto di provvedimenti pubblici è corposo".

  • Presentato il servizio di ricerca online per le cooperative sociali. Attivo dal 1° luglio

    Si è svolta questa mattina (25 giugno) a Palazzo Widmann la conferenza stampa, convocata dall’assessore alle cooperative, Roberto Bizzo, per presentare il servizio online di ricerca di cooperative sociali di tipo B, che svolgono inserimento lavorativo di persone svantaggiate. Il servizio disponibile all’indirizzo www.provincia.bz.it/cooperative sarà operativo a partire dal 1° luglio.

  • Dalla Giunta: approvato il piano provinciale per il lavoro

    Via libera della Giunta provinciale al piano pluriennale per il lavoro, il documento programmatico che contiene le strategie in tema di politiche occupazionali per il periodo 2014-2020. "L’Alto Adige resta tra le regioni più virtuose a livello europeo - ha spiegato Durnwalder - ma occorre dare risposte a chi cerca un’occupazione". Tra i punti qualificanti il patto fra generazioni e gli sgravi fiscali.