News

  • Lavoro in Baviera: incontro informativo per assistenti all'infanzia

    Si è svolto recentemente un incontro informativo presso il Centro di mediazione al lavoro di Bolzano per assistenti all’infanzia interessate ad un posto di lavoro in Baviera. Sono oltre 11.000 attualmente i posti di lavoro per assistenti all’infanzia disponibili in Baviera, circa 1000 solamente a Monaco.

  • La Commissione bilaterale Italia - Svizzera si è riunita a Glorenza

    Il direttore della Ripartizione lavoro, Helmuth Sinn, nel corso del suo intervento durante i lavori della Commissione bilaterale Italia - Svizzera

    La Commissione bilaterale Italia-Svizzera che si occupa di pendolarismo e di compensazione fiscale si è riunita nei gironi si riunisce ogni anno in una delle sette regioni di confine, rispettivamente Aosta, Lombardia, Piemonte, Alto Adige, Vallese, Ticino e Grigioni. Nei giorni scorsi la commissione si è riunita a Glorenza, nell’Alta Val Venosta.

  • Sottoscritto accordo tra Alto Adige e Baviera sulla formazione ed il lavoro

    Sottoscritto accordo tra Alto Adige e Baviera sulla formazione ed il lavoro

    La Ripartizione lavoro della Provincia e la Direzione regionale della Baviera dell’Agenzia federale per il lavoro, riunitesi oggi (28 settembre) a Palazzo Widmann per un vertice sul mercato del lavoro, hanno concordato una più stretta collaborazione nel campo dell’acquisizione di forza lavoro specializzata ed hanno quindi sottoscritto il relativo accordo di cooperazione.

  • Nuovo numero di Mercato del lavoro sulla disoccupazione giovanile

    "Tasso di disoccupazione giovanile: un frequente malinteso" è questo il tema su cui è incentrato il nuovo numero del bollettino "Mercato del lavoro news" pubblicato a cura dell’Osservatorio del mercato del lavoro.

  • Lavoro in Baviera: incontro informativo per assistenti all'infanzia (28/9)

    Assistenti della scuola d’infanzia formate in Altro Adige sono molto richieste anche all’estero. Presso il Centro di mediazione lavoro di Bolzano lunedì 28 settembre si svolgerà un pomeriggio informativo per il personale interessato ad un posto di lavoro in Baviera o in Germania.

  • Vertice mercato del lavoro: stretta collaborazione con la Baviera (28/9)

    Una più stretta collaborazione con l’Agenzia bavarese per il lavoro, il mercato del lavoro in Alto Adige ed in Baviera, i settori di intervento e le sfide comuni saranno al centro del vertice tra l’assessora provinciale al lavoro, Martha Stocker, e la sua omologa bavarese, Emilia Müller, lunedì 28 settembre. Segue conferenza stampa alle ore 11,00.

  • Entro la prossima settimana sarà più chiaro il futuro della Solland Silicon

    I partecipanti all’incontro di oggi sulla Solland Silincon all’Assessorato al lavoro

    Nel corso dell’incontro odierno al quale hanno preso parte l’assessora, Martha Stocker, il direttore, Helmuth Sinn, ed i rappresentanti sindacali della Solland Silicon, il titolare dell’azienda, Massimo Pugliese, ha assicurato che entro metà ottobre verserà ai lavoratori tutte le spettanze arretrate. Sono in corso verifiche per la produzione di silicio elettronico che ha un prezzo più elevato.

  • Agenzie di viaggio e turismo: a novembre esame per direttore

    L’Area funzionale turismo organizza una nuova sessione d’esame di idoneità che consente di conseguire il titolo di "direttore tecnico di agenzia viaggio e turismo" con validità su tutto il territorio nazionale. La prova scritta dovrebbe tenersi a metà novembre di quest’anno. Le iscrizioni sono possibili da subito.

  • ASTAT: Occupazione 2° trimestre 2015

    Secondo i dati dell’Istituto provinciale di statistica ASTAT, nel secondo trimestre del 2015 in Alto Adige il tasso di occupazione ammonta al 70,7%, mentre il tasso di disoccupazione congiunturale si attesta al 3,6%. 9.100 persone sono in cerca di lavoro.

  • Mercato del lavoro news: Il lavoro a chiamata dopo la “Riforma Fornero”

    Il nuovo numero del bollettino “Mercato del lavoro news”, pubblicato a cura dell’Osservatorio del mercato del lavoro è incentrato sul tela “Il lavoro a chiamata dopo la “Riforma Fornero” del 2012” e pone in evidenza le ripercussioni della riforma sui lavoratori che erano occupati esclusivamente “a chiamata”.