News

  • Pichler Rolle: nessuna comprensione per il modo di procedere della Dolomiti Sesto Spa

    "L’abbattimento di dieci ettari di bosco forse potrà anche essere giuridicamente in ordine, ma la società avrebbe fatto bene ad attendere il pronunciamento del Tar", sottolinea l’assessore provinciale Elmar Pichler Rolle, competente per la tutela del paesaggio. Nessuna comprensione per il modo di procedere della Spa Sesto Dolomiti: un simile atteggiamento provoca solo comprensibili reazioni indignate e non favorisce un confronto oggettivo, aggiunge Pichler Rolle.

  • Ampliato il parco naturale Sciliar-Catinaccio: avviato l'iter

    Sassolungo e Sassopiatto, due tra le principali bellezze alpine dell’Alto Adige, faranno parte del parco naturale Sciliar-Catinaccio: su proposta dell’assessore alla tutela del paesaggio Elmar Pichler Rolle la Giunta provinciale ha avviato lo specifico iter di ampliamento del parco. Saranno quindi create le condizioni per inserire entrambe le montagne nell’area dolomitica considerata patrimonio naturale Unesco.

  • Nuovo Piano paesaggistico per Curon Venosta

    Il nuovo Piano paesaggistico di Curon Venosta è stato approvato ieri, lunedì 29 luglio, dalla Giunta provinciale. Sono così 109 i comuni dotati di un piano paesagistico rielaborato; per cinque comuni esso è in fase di elaborazione. Il paesaggio, come dice l’assessore provinciale Elmar Pichler Rolle, costituisce per l’Alto Adige il capitale maggiore ed i Piani paesaggistici ci aiutano a salvaguardarlo.

  • Lettera dell'assessore Pichler Rolle: vietata la combustione di copertura vegetale e l'uso di erbicidi

    Elmar Pichler Rolle invia una lettera ai responsabili dei cantieri stradali provinciali sottolineando che la combustione di copertura vegetale e l’uso di erbicidi sono espressamente proibiti e che la pubblica amministrazione deve svolgere un ruolo di modello nel trattare il paesaggio, la natura e l’ambiente.

  • Dalla Giunta: tratta d'accesso BBT e comprensorio sciistico a Sesto

    Un passo in avanti verso la realizzazione della tratta d’accesso al tunnel di base del Brennero in Bassa Atesina. Lo ha compiuto oggi (29 luglio) la Giunta provinciale approvato una delibera di massima per avviare l’inserimento del tracciato ferroviario nei piani urbanistici. Luce verde anche per il nuovo collegamento sciistico Monte Elmo-Croda Rossa.

  • 23 luglio: Pichler Rolle illustra la nuova legge su urbanistica e sviluppo del territorio

    L’impostazione della riforma delle legge in materia di urbanistica, approvata dal Consiglio provinciale, e le principali novità nello sviluppo del territorio saranno illustrate dall’assessore provinciale Elmar Pichler Rolle martedì 23 luglio in una conferenza stampa a Bolzano.

  • Inaugurate terrazze panoramiche sulle Piramidi di terra del Renon

    Le nuove terrazze panoramiche offrono una vista mozzafiato sulle Piramidi di terra di Longomoso/Renon. La metà dei costi, 100.000 Euro, provengono dal Fondo per la tutela del paesaggio. Le due strutture sono state inaugurate alla presenza dell’assessore provicniale Elmar Pichler Rolle e del sindaco Paul Lintner.

  • Deposito materiali di scavo a nord di Ora: concordata chiusura definitiva entro il 2015

    L’area nei pressi dell’accesso nord di Ora, dove le imprese edili impegnate nella costruzione delle circonvallazioni di Ora e Laives depositano i materiali di scavo, dovrà essere chiusa definitivamente entro il 2015. Questo quanto concordato oggi, venerdì 5 luglio 2013, tra il comune di Ora, le imprese ed il Dipartimento lavori pubblkici in qualità di committente. Il confronto è avvenuto su invito dell’assessore provinciale Elmar Pichler Rolle.

  • Dolomiti patrimonio Unesco: Pichler Rolle punta a un piano di mobilità sostenibile

    Un piano di mobilità sostenibile per l’intera area delle Dolomiti: è l’obiettivo a cui sta lavorando l’assessore provinciale alla tutela del paesaggio e presidente della Fondazione Unesco Elmar Pichler Rolle. Si punta a disciplinare il traffico ma senza penalizzare la raggiungibilità delle località turistiche.

  • Efficienza energetica: la normativa altoatesina resta invariata

    L’Alto Adige è stato più veloce dello Stato nell’applicazione delle direttive UE sull’efficienza energetica, quindi la normativa autonoma resta valida anche dopo quella varata in un secondo tempo da Roma: "Possiamo pertanto continuare a lavorare con il nostro modello di successo CasaClima", sottolinea l’assessore provinciale Elmar Pichler Rolle, che ringrazia anche i senatori altoatesini a Roma per l’impegno nel mantenimento della regolamentazione locale.