Contenuto principale

Pianificazione territoriale

teoria località centrali di Walter Christaller

Lo sviluppo del territorio e le sue trasformazioni

La pianificazione territoriale analizza e coordina i processi di trasformazione del territorio provinciale nel medio - lungo periodo a livello strategico; inizialmente legata alla scala d’intervento della città, con il termine di “urbanistica”, la pianificazione territoriale comprende oggi sia le forme di pianificazione urbana, sia quelle più ampie a scala comprensoriale e regionale.

I principi che ispirano la pianificazione territoriale si basano sullo sviluppo sostenibile, la tutela dell'ambiente e la coesione territoriale con lo scopo di migliorare la qualità di vita delle popolazioni presenti e future e di risparmiare risorse non rinnovabili.

Elementi importanti nella gestione delle trasformazioni del territorio sono:

  • l’attenzione particolare al consumo di suolo,
  • gli effetti di cambiamenti climatici e la resilienza dei territori,
  • il rapporto tra centri urbani e aree rurali,
  • la gestione della mobilità,
  • la corretta allocazione di risorse e la pianificazione delle reti di infrastrutture nonché
  • la salvaguardia delle specificità locali e la tutela della biodiversità.

Il processo

L'informazione, il dialogo e la valutazione dei processi di trasformazione costituiscono i fondamenti della pianificazione territoriale, così come un approccio integrato e multi-settoriale che metta insieme aspetti diversi in una visione integrata e complessiva di tali trasformazioni. I vari  aspetti che contribuiscono alle scelte strategiche territoriali sono quelli ambientali, sociali, economici e culturali.

L’ufficio competente

L’ufficio pianificazione territoriale si occupa di definire il futuro assetto del territorio della provincia di Bolzano attraverso la redazione del Piano provinciale di sviluppo e coordinamento territoriale, gestisce la pianificazione delle grandi aree produttive d’interesse provinciale o di particolari settori come quello degli impianti di risalita e delle piste da sci, coordina le grandi opere infrastrutturali e cura la loro previsione urbanistica negli strumenti di piano. L’ufficio collabora con altre ripartizioni e uffici provinciali, così come con altre istituzioni locali e nazionali.

Strumenti di piano

Il LEROP è il Piano provinciale di sviluppo e coordinamento territoriale. Si tratta di uno strumento programmatico che definisce i principi per assicurare una pianificazione coordinata di livello comunale e comprensoriale con particolare riguardo agli aspetti economici, culturali, sociali ed ecologici. Il LEROP è regolato dal Capo II della Legge Urbanistica Provinciale n. 13/1997.

    1. LEROP 1995 Edizione 2002 [4,50 mb]
    2. Legge provinciale del 18 gennaio 1995, n. 3

    (Ultimo aggiornamento: 14/06/2016)