Contenuto principale

Nuova legge provinciale territorio e paesaggio

Quattro obiettivi, una proposta

In settembre 2016 è stata presentata una prima bozza della proposta di legge territorio e paesaggio. Nel frattempo è successo tanto, tante sono state le discussioni, le modifiche, i miglioramenti della proposta allora presentata. Una cosa invece non è stata toccata: Sono i quattro obiettivi della proposta di legge elaborata dal dipartimento ambiente e sviluppo del territorio dell’assessore Richard Theiner che restano invariati.

Una tutela di paesaggio efficiente e moderna

La nuova legge territorio e paesaggio per la prima volta introdurrà un nuovo concetto di paesaggio. Fino a pochi anni fa di paesaggio si parlava soltanto nel contesto di paesaggi strepitosi, unici, spettacolari e particolari, mentre oggi il concetto di paesaggio contiene anche altre aree non edificate, aree che non sono ne spettacolari, ne particolari ma sono paesaggi di tutti i giorni: parchi, giardini, insiemi di immobili, corridoi verdi, biotopi – in futuro saranno tutelati anche essi. Il concetto è uno che segue la direttiva europea: Tutto è paesaggio.

L’utilizzo parsimonioso del suolo

La disponibilità di superfici utilizzabili in Alto Adige è scarsa, il loro utilizzo parsimonioso perciò una necessità. Per diminuire il consumo di suolo e porre un freno alla dispersione edilizia la proposta di legge territorio e paesaggio prevede uno strumento nuovo: la delimitazione dell’area edificabile da parte dei comuni. All’interno di quest’area esistono spazi di manovra molto più ampi rispetto a quegli al di fuori delle aree edificabili. Così l'attività edilizia viene concentrata su aree già edificate, mentre nel verde agricolo sarà ridotta a un minimo.

Abitazioni economicamente accessibili

Per garantire ai residenti abitazioni economicamente accessibili la proposta di legge territorio e paesaggio prevede tutta una serie di interventi: da mezzi finanziari destinati esclusivamente a edilizia abitativa e infrastrutture a contributi per l’uso di strutture esistenti per uso abitativo fino a riservare almeno il 60% e fino al 100% delle abitazioni ai residenti. La proposta prevede pure uno strumento completamente nuovo: le abitazioni a prezzo calmierato ovvero abitazioni per le quali il comune decide in anticipo i prezzi di vendita o affitto.

Procedure nuove, uniformi e semplificate

Il quarto obiettivo della proposta di legge territorio e paesaggio è l’introduzione di procedure nuove, uniformi, trasparenti e semplificate. Per questo vengono introdotti nuovi titoli abilitativi con iter molto più snelli di quelli della classica concessione edilizia. Il principio è: la procedura deve essere adeguata al tipo di lavoro da svolgere. Viene per altro introdotto uno sportello unico per le pratiche edilizie e paesaggistiche in ogni comune come unico punto di riferimento per il cittadino. Qui può avere tutte le informazioni necessarie e la modulistica, qui deporrà le sue richieste e qui avrà le sue risposte.

La proposta di legge da scaricare

Partecipazione

La legge provinciale su territorio e paesaggio è fondamentale per la nostra società, perciò viene elaborata con la partecipazione di gran parte della popolazione.


(Ultimo aggiornamento: 10/10/2017)