Contenuto principale

Centro visite Tre Cime

Centro visite Tre CimeL’esposizione all’interno del centro visite presso il Centro Culturale Grand Hotel a Dobbiaco Nuova consente di dare un’occhiata a due parchi naturali dell’Alto Adige, il Parco naturale Dolomiti di Sesto e la parte orientale del Parco naturale Fanes-Senes-Braies.
L’ospite interessato qui trova molte informazioni  sui paesaggi naturali e culturali dei due parchi naturali, sulla struttura geologica della zona, sui combattimenti lungo il fronte dolomitico, sugli inizi dell’alpinismo e la storia dello sviluppo turistico in Alta Pusteria. Il laboratorio interattivo offre soprattutto al pubblico più giovane un approccio ludico alla natura. Nell'acquario nuotano rane ed altri anfibi e vari spettacoli multivisione presentano la varietà dei sette parchi naturali dell’Alto Adige.

Visita virtuale al Centro visite »

Calendario manifestazioni »

 

 

 

Esposizione permanente Dolomiti Patrimonio Mondiale UNESCO

La mostra è allestita all’interno di una sala appositamente realizzata ed è suddivisa in due sezioni:

La prima sezione fornisce informazioni in merito alla dimensione dei Patrimoni dell’umanità UNESCO su scala mondiale. Patrimoni mondiali ormai celebri, quali la grande barriera corallina australiana, il Grand Canyon negli USA o i laghi di Plitvice in Croazia, sono sullo stesso piano delle nostre Dolomiti e secondo l’UNESCO rientrano tra i siti naturali più importanti e degni di tutela del nostro pianeta. Una caratteristica unisce tutti questi patrimoni dell’umanità: la loro unicità e autenticità.Esposizione permanente Dolomiti Patrimonio Mondiale UNESCO
Esposizione permanente Dolomiti Patrimonio Mondiale UNESCOLa seconda sezione offre una visione d’insieme sulle Dolomiti. Il visitatore compie un viaggio tra paesaggi dolomitici meravigliosi attraversando importanti sequenze di storia della terra, nei territori delle Province di Bolzano, Belluno, Pordenone, Trento e Udine. Comprende che le Dolomiti costituiscono un insieme, oltre i confini e le culture, e che solo uno sforzo comune permetterà di trasmettere intatto alle future generazioni.

Una parte rilevante di questa esposizione illustra le particolarità geologiche e geomorfologiche delle Dolomiti dell’Alta Pusteria. Brevi testi esplicativi, affascinanti immagini, installazioni video e animazioni semplici e chiare, ci fanno conoscere e comprendere i principali stadi dell’evoluzione delle Dolomiti di Sesto e di Braies.

Due elementi principali caratterizzano questo ambiente: una grande meridiana, che chiarisce come alcuni fenomeni legati alle ere climatiche terrestri, quali le glaciazioni, si ripetano ciclicamente ed inoltre un modello tridimensionale di grandi dimensioni, che raffigura le stratificazioni geologiche delle Dolomiti di Sesto e di Braies.

In una stanza adiacente, un’installazione video proietta il visitatore all’interno degli affascinanti panorami naturali delle Dolomiti.

 

 

.


Orari d’apertura 2016

Aperto dal 29 dicembre 2015 al 2 aprile 2016, dal 3 maggio al 29 ottobre 2016 e dal 27 dicembre 2016 al 1° aprile 2017, da martedì a sabato, dalle ore 9.30 fino alle 12.30 e dalle ore 14.30 fino alle 18.00.
Nei mesi estivi di luglio ed agosto aperto anche la domenica. 

Centro vistie


Laboratorio creativo di Daksy

Dal 18 giugno al 31 agosto 2016 ogni mercoledì pomeriggio presso il Centro visite si svolgeranno , diverse manifestazioni per bambini. Per informazioni e prenotazioni rivolgersi al Centro visite. E’ necessaria la prenotazione!

Ingresso libero!

Ruth Mutschlechner, responsabile del Centro visite Tre CimeRuth Mutschlechner, responsabile del Centro visite Tre Cime

 


Indirizzo:
Centro visite Tre Cime

Centro culturale Grand Hotel Toblach
Via Dolomiti 37, 39034 Dobbiaco

Tel. 0474 973017
Fax 0474 973974
E-mail: info.dz@provinz.bz.it

Ragnatela stradale Centri visite Tre Cime


I partner del Centro visite

Anche le due strutture affiliate al centro visite e situate non lontano meritano di essere visitate: il Mondolatte Tre Cime e la Centrale di teleriscaldamento Dobbiaco – San Candido. Il caseificio offre ai suoi ospiti la possibilità di seguire da vicino la lavorazione del latte e la produzione di formaggio, mentre lungo il “sentiero della biomassa” della Centrale di teleriscaldamento Dobbiaco – San Candido si può osservare in prima persona come da scarti di legname si può produrre energia elettrica e termica.

Da l"Museo Storico Italiano della Guerra" di Rovereto provengono i diversi prestiti per la strutturazione dell’ambito tematico prima guerra mondiale.

Inizio pagina


(Ultimo aggiornamento: 29/02/2016)