Contenuto principale

Fondazione Dolomiti UNESCO

Il 13 maggio 2010 le Giunte provinciali e regionali interessate hanno istituito la Fondazione “Dolomiti – Dolomiten – Dolomites – Dolomitis UNESCO” a Belluno per permettere una comune gestione del Patrimonio Mondiale. In questo modo si è ottemperato alla prima delle condizioni poste dall’UNESCO (United Nations Educational, Scientific and Cultural Organization = Organizzazione delle Nazioni Unite per l'Educazione, la Scienza e la Cultura). La Fondazione ha lo scopo di fornire un contributo alla conservazione ed allo sviluppo sostenibile delle Dolomiti. Questo obiettivo può essere raggiunto solo lavorando assieme su più livelli. In questo senso la Fondazione riveste un ruolo fondamentale per sviluppare la collaborazione tra le province interessate al fine di concordare le decisioni politiche necessarie per la gestione del Patrimonio Mondiale UNESCO nell'ambito delle direttive del piano gestionale.Altopiano della Gardenaccia nel Parco Naturale Puez-Odle
Inoltre, alla Fondazione spetta innanzitutto il compito di
• promuovere l'introduzione di nuovi provvedimenti per la tutela del Patrimonio Mondiale UNESCO;

• organizzare piattaforme tematiche con gli enti locali, le amministrazioni dei parchi nonché le altre amministrazioni ed istituzioni pubbliche e private;
• sviluppare la collaborazione tra le cinque province interessate;
• promuovere la consapevolezza riguardo alla tutela del paesaggio;
• collaborare con scuole e istituzioni pubbliche e private;
• diffondere informazioni sul Patrimonio Mondiale UNESCO nonché
• organizzare ricerche, conferenze, convegni e altre manifestazioni del genere.

La Fondazione lavora in stretta collaborazione e sinergia con i diversi servizi provinciali di riferimento ed è dotata di personale proprio. La sede finanziaria della Fondazione si trova a Belluno, mentre le sedi operative, collocate presso ciascuna delle cinque province, ne garantiscono un sistema gestionale efficiente ed integrato.
La presidenza varia ogni tre anni in rotazione tra le singole province seguendo l’ordine alfabetico del nome delle province stesse. Attualmente la presidenza è assegnata alla Provincia di Belluno, di seguito toccherà alla Provincia di Bolzano-Alto Adige.

Il Segretario Generale

L’incarico di Segretario Generale è conferito dal Consiglio di Amministrazione della Fondazione per una durata di tre anni. Il Segretario Generale cura l’attuazione degli indirizzi e degli obiettivi riguardanti l’amministrazione stabiliti dal Consiglio Direttivo e dal Consiglio di Amministrazione.


Gli organi della Fondazione

La Fondazione si compone di diversi organi che di seguito saranno descritti brevemente :

Il Consiglio Direttivo

Il Consiglio Direttivo è composto dal legale rappresentante di ciascuna delle cinque province e delle due regioni Veneto e Friuli Venezia Giulia. Ha il compito di definire gli indirizzi strategici e di verificare lo stato di attuazione delle attività della Fondazione. 

Il Consiglio di Amministrazione

Il Consiglio di Amministrazione è composto dagli assessori provinciali competenti delle cinque province. Ha il compito di adottare la strategia della gestione complessiva e di definire il programma annuale d’attività. Inoltre, il Consiglio di Amministrazione nomina il Segretario Generale e armonizza i rispettivi quadri normativi ed indirizza lo sviluppo del Bene delle Dolomiti Patrimonio Mondiale. 

Il Presidente

La Presidenza della Fondazione Dolomiti UNESCO è assegnata, a rotazione e con durata di tre anni, ad un membro del Consiglio di Amministrazione seguendo l’ordine alfabetico del nome delle province stesse. Il Presidente del Consiglio di Amministrazione, come rappresentante legale della Fondazione, stipula e firma i contratti e tutti gli atti della Fondazione. Inoltre è responsabile, unitamente al Segretario Generale, della regolare attuazione delle deliberazioni del Consiglio di Amministrazione. La vicepresidenza è assegnata a rotazione al componente del Consiglio di Amministrazione della provincia successiva in ordine alfabetico a quella che ha espresso il presidente. 

L’Organo di Revisione

I soci fondatori nominano da un minimo di uno ad un massimo di tre revisori dei conti che resteranno in carica per un periodo di tre anni. Essi verificano l’attività d’amministrazione della Fondazione e redigono una relazione sul bilancio di previsione nonché sul bilancio di esercizio. Inoltre, prestano consulenza finanziaria al Consiglio di Amministrazione. 

Il Collegio dei Sostenitori

Il Collegio dei Sostenitori è composto dai soci fondatori e da rappresentanti di enti locali quali comuni, parchi o strutture di ricerca per garantire il coinvolgimento della popolazione locale nella gestione del Bene. Il Presidente delle Fondazione convoca almeno una volta l’anno il Collegio dei Sostenitori al fine di promuovere forme di approfondimento e confronto su temi correlati al Bene UNESCO. Sul sito della Fondazione Dolomiti UNESCO, competente per il riconoscimento quale socio sostenitore, potete trovare tutte le informazioni necessari nonchè il modulo per la richiesta di attribuzione della qualifica.

Il Comitato Scientifico

Il Comitato Scientifico è nominato dal Consiglio di Amministrazione ed è composto da un minimo di tre ad un massimo di cinque componenti. Ha la funzione di prestare consulenze tecnico-scientifiche alla Fondazione.

Inizio pagina


(Ultimo aggiornamento: 27/01/2014)