Contenuto principale

Il parco si presenta

Parco naturale Fanes-Senes-Braies - Nel regno degli animali


Il Parco naturale Fanes-Senes-Braies è stato istituito nel 1980 e si estende su una superficie di 25.453 ettari. L’area protetta include territori dei comuni di Badia, Braies, Dobbiaco, La Valle, Marebbe e Valdaora. I versanti rivolti verso la Val Pusteria segnano il confine settentrionale del parco, che a ovest è delimitato da pendii boscati degradanti verso la Val Badia. A sud, il parco arriva fino ai confini della provincia, mentre il confine orientale è segnato dalla Val di Landro.

La vista di queste erte cime e pareti, suscita nel visitatore la sensazione di montagne insormontabili e quasi inaccessibili. In realtà questa cinta di cime e pareti, racchiude al suo interno, quasi a proteggerlo, un territorio di malghe e altipiani molto diversi tra loro per morfologia e paesaggio. Le malghe di Fanes e Senes come anche Pratopiazza sono il cuore di questo territorio.

Il Parco naturale Fanes-Senes-Braies presenta un tipico paesaggio dolomitico. Ampie zone del parco hanno un’importanza scientifica di rilievo per la loro complessa geomorfologia. Gli altipiani di Fanes e Senes sono caratterizzati da fenomeni di carsismo nelle forme più svariate. Campi carreggiati, fenditure, pozzi, doline e caverne. All’interno dell’area protetta vi sono inoltre vari laghi. Il Lago di Braies, nella cui acqua si specchiano le massicce pareti rocciose della Croda del Beco, e il Lago di Dobbiaco, la cui riva sud è caratterizzata da prati umidi, importanti habitat per molte specie d’uccelli acquatici, si contano tra i bacini naturali più noti dell’Alto Adige.

l parco naturale è parte della Rete ecologica europea Natura 2000, il cui obiettivo è la tutela degli habitat naturali e seminaturali così come delle relative specie animali e vegetali. Le basi normative per l’applicazione di quel progetto sono la direttiva “Habitat” (92/43/CEE) e la direttiva “Uccelli” 2009/147/EG (in passato 79/409/CEE). A norma dell’articolo 6, comma 1 della direttiva „Habitat“ gli stati membri stabiliscono per ogni zona Natura 2000 le misure di conservazione necessarie. A tale scopo in Alto Adige sono stati elaborati specifici piani di gestione.

I comuni del Parco naturale Fanes-Senes-Braies:

  • Dobbiaco: 3319 abitanti, superficie complessiva 12.633 ettari, di cui 2816 ettari nel parco.
  • Braies: 669 abitanti, superficie complessiva 8926 ettari, di cui 6916 ettari nel parco.
  • Valdaora: 3114 abitanti, superficie complessiva 4895 ettari, di cui 1593 ettari nel parco.
  • Badia: 3388 abitanti, superficie complessiva 8294 ettari, di cui 1924 ettari nel parco.
  • Marebbe: 2945 abitanti, superficie complessiva 16.134 ettari, di cui 10.861 ettari nel parco.
  • La Valle: 1300 abitanti, superficie complessiva 3903 ettari, di cui 1343 ettari nel parco.

Parco naturale Fanes-Senes-Braies

 

Mediante il Comitato di gestione del Parco naturale Fanes-Senes-Braies, i rappresentanti dei Comuni e dei diversi gruppi d’interesse partecipano attivamente alla gestione dell’area protetta. I compiti consistono principalmente nel definire gli interventi di conservazione e di manutenzione, di fare proposte e di approvare annualmente il programma delle attività del parco.

Per aprire i documenti PDF contenuti in questa pagina occorre installare un lettore PDF.
Se non ne hai già installato uno nel tuo sistema, puoi scaricare:
Lettori PDF liberi
un lettore PDF libero
Adobe© Reader©
il programma Adobe© Reader©

Inizio pagina

(Ultimo aggiornamento: 02/04/2015)