Poligono di Monte, presentazione del progetto giovedì 28 febbraio

Massima riduzione dell'impatto paesaggistico, azzeramento dei problemi legati all'inquinamento acustico. Sulla base di queste indicazioni è stato sviluppato il progetto del nuovo poligono militare di Monte. La struttura rientra nell'accordo di permuta Stato-Provincia, e verrà presentato giovedì 28 febbraio dal presidente Luis Durnwalder e dal Comandante delle Truppe Alpine Alberto Primicerj.

L'area di proprietà demaniale interessata dal progetto fa parte dell'accordo di permuta Stato-Provincia che prevede la messa a disposizione di terreni militari in cambio di opere finanziate dall'amministrazione locale. L'intesa prevede da un lato la realizzazione del nuovo poligono di tiro, e dall'altro lato il passaggio alla Provincia di alcune caserme inutilizzate ad Appiano, Merano, Bressanone e Bolzano. Alla luce del delicato equilibrio ambientale della zona, il progetto per la realizzazione della nuova struttura militare è stato elaborato con una particolare attenzione ai problemi legati sia all'impatto paesaggistico, sia all'inquinamento acustico. Il poligono, infatti, verrà costruito interramente in galleria, e in fase progettuale è stato tenuto conto anche delle esigenze avanzate dai comuni confinanti.

Il progetto, che prevede la realizzazione del poligono interamente sul territorio di Caldaro, verrà presentato dal presidente della Giunta provinciale Luis Durnwalder, dal Comandante delle Truppe Alpine Generale Alberto Primicerj e dal sindaco di Caldaro Gertrud Benin, nel corso di una

conferenza stampa

giovedì 28 febbraio 2013

alle ore 11

presso la sala stampa di Palazzo Widmann

in piazza Silvius Magnago 1, a Bolzano.

mb