Alfreider: fondi per la variante di Riga nel decreto Rilancio

Tra i grandi progetti infrastrutturali da sostenere nell'ultimo decreto del Governo c'è la variante ferroviaria della val di Riga. "Finanziamento da 70 milioni per il progetto" dice Alfreider.

Il decreto Rilancio destina 70 milioni alla Variante di Riga. (Foto: ASP)

Il nuovo decreto Rilancio del Governo di Giuseppe Conte prevede un programma di sostegno ai grandi progetti infrastrutturali su tutto il territorio nazionale. Tra i progetti nel settore ferroviario per il rilancio dell'economia è elencato anche l'anello ferroviario per la val di Riga sulla linea ferroviaria della Val Pusteria. 

Importante impegno finanziario per i grandi progetti di mobilità

L'assessore provinciale alla mobilità Daniel Alfreider, che si era speso a Roma per il finanziamento, ha sottolineato: "Il decreto prevede un totale di 70 milioni di euro fino al 2026, che ci permetterà di realizzare rapidamente questo importante progetto di mobilità sostenibile. Questa garanzia di mezzi finanziari per l'importante progetto di mobilità altoatesino è stata ottenuta grazie alla buona collaborazione con il Ministro dei Trasporti Paola De Micheli e i vertici delle ferrovie italiane (RFI, Trenitalia, FS)".

Vantaggi per i passeggeri ferroviari e mobilità sostenibile alle Olimpiadi del 2026

Come obiettivo del progetto, il decreto indica la creazione di sistemi di mobilità sostenibile nella gestione delle Olimpiadi invernali del 2026, alcune delle cui gare sono programmate ad Anterselva. "Soprattutto il collegamento diretto della linea ferroviaria della Val Pusteria con la linea del Brennero non solo darà un importante contributo alla tutela dell'ambiente per tutti coloro che viaggiano sulla linea, ma farà risparmiare un quarto d'ora di tempo istituendo inoltre collegamenti diretti con Bressanone e Bolzano" aggiunge Alfreider.

Collegamento diretto fra Bressanone e la Pusteria

Con la costruzione della cosiddetta Variante di Riga la linea ferroviaria della val Pusteria sarà collegata direttamente alla stazione di Bressanone. L’infrastruttura è un collegamento ferroviario lungo 3,5 km con una galleria lunga 850 metri e un ponte sulla val di Riga lungo 172 metri, tra Sciaves e la linea ferroviaria del Brennero. Questo progetto, insieme ad altri progetti ferroviari in altre parti della Provincia è importante per aumentare la frequenza dei treni in transito.

ASP/san/sf

Galleria fotografica