Salta la navigazione

News

Metrobus e tram: delegazione a Nantes, domani conferenza stampa

Nantes come modello da applicare alla realtà bolzanina e dell'Oltradige. Da sei anni, nella città francese, i paesi periferici sono collegati dal Metrobus alla zona urbana, la quale può contare anche sul tram. Una delegazione altoatesina, guidata dall'assessore Thomas Widmann, è stata in visita a Nantes, e domani (21 marzo) esporrà le proprie impressioni nel corso di una conferenza stampa.

Metrobus e tram: la delegazione altoatesina guidata dall'assessore Thomas Widmann in visita a Nantes

Tra il 1985 e il 2000, a Nantes sono state realizzate tre linee di tram: una scelta che ha risolto i problemi della mobilità interna alla città, ma non quelli relativi ai collegamenti con i paesi e le zone periferiche, in maniera particolare nell'area sud-orientale. "Nel 2006 - spiega Widmann - l'amministrazione sembrava orientata ad aggiungere una quarta linea di tram, ma poi ha optato per una soluzione innovativa, decisamente più sostenibile dal punto di vista finanziaria e adeguata ai bisogni di mobilità della popolazione locale". Ecco, dunque, l'idea del Metrobus, che a Nantes è già diventata una importante realtà. L'assessore Thomas Widmann, che in Giunta provinciale ha le competenze in materia di trasporto pubblico, ha guidato una delegazione altoatesina composta da rappresentanti dei comuni di Bolzano, Appiano e Caldaro. Obiettivo della visita: valutare l'applicabilità del modello-Nantes anche alla città capoluogo e all'Oltradige.

Questa mattina il gruppo ha incontrato Nicole Rabu della TAN, la società che gestisce la rete dei trasporti pubblici di Nantes, Metrobus compreso. La Rabu ha spiegato che non solo il Metrobus ha una certa somiglianza con il tram, ma che ha anche lo stesso tipo di comportamento rispetto alla mobilità cittadina, con l'evidente vantaggio di richiedere investimenti enormemente minori. Nella città francese, infatti, la cosiddetta "BusWay" è stata realizzata in appena 18 mesi, e può contare su 15 fermate e 4 parcheggi di scambio con 800 posti-auto per i pendolari. Per sfruttare al meglio le potenzialità del Metrobus sono state create delle corsie preferenziali, e un sistema di semafori intelligenti garantisce ai mezzi pubblici la precedenza su incroci e rotatorie.

Gli esperti francesi hanno definito il Metrobus come la soluzione più flessibile e vantaggiosa per quanto riguarda il tracciato, visto che le corsie preferenziali possono essere sfruttate anche dai normali autobus, mentre grande attenzione è posta alla frequenza delle corse. A Nantes, nelle ore di punta, il cadenzamento è di una corsa ogni 3 minuti, che diventano 6-7 nel resto della giornata. Al termine della visita in Francia, l'assessore provinciale Thomas Widmann e i rappresentanti dei comuni esporranno le proprie impressioni nel corso di una

conferenza stampa

domani, mercoledì 21 marzo 2012

alle ore 11

presso la sala stampa di Palazzo Widmann

in via Crispi 3, a Bolzano

I colleghi dei media sono invitati a seguire la conferenza stampa e a darne notizia tramite i propri organi di informazione.

mb

Galleria fotografica