Sovrintendenza, il progetto FUSS riceve il "Premio PA Sostenibile"

Il progetto per una scuola "digitalmente sostenibile" premiato a Roma al Forum per la pubblica amministrazione.

Paolo Dongilli della Sovrintendenza riceve il premio per il progetto FUSS Foto USP

Promosso dal Forum Pubblica Amministrazione in collaborazione con l’alleanza italiana per lo sviluppo sostenibile, il "Premio PA Sostenibile” ha lo scopo di selezionare i migliori progetti nazionali che puntano a raggiungere gli obiettivi di sviluppo sostenibile secondo quanto previsto dall'Agenda 2030 dell'ONU. Il progetto della Sovrintendenza scolastica italiana denominato FUSS – Free Upgrade for a digitally Sustainable School (https://fuss.bz.it), che concorreva nella categoria "Capitale umano ed educazione", è stato recentemente premiat a Roma sulla base di 4 criteri predefiniti dalla giuria: innovatività, trasferibilità, rilevanza, sostenibilità organizzativa ed economica. “Questi – spiega Paolo Dongilli, coordinatore – sono, infatti, i punti di forza di FUSS. E’ un progetto di sostenibilità digitale per la scuola e nel contempo un prodotto free software per la gestione a 360 gradi di una rete scolastica”. Per organizzazione e struttura FUSS rappresenta un'esperienza unica non solo in Italia ma anche in Europa. Il progetto ha portato alla migrazione verso software libero degli strumenti informatici utilizzati nella didattica di tutte le scuole in lingua italiana dell'Alto Adige: ad oggi lo usano 1.800 docenti e 16.000 studenti; è installato su 4.000 PC e 60 server in circa 80 scuole della Provincia Autonoma di Bolzano) alle quali si aggiungono il Liceo paritario delle scienze applicate allo sport Toniolo ed il Laboratorio di robotica educativa presso Liceo scientifico delle scienze applicate presso l’istituto paritario Rainerum di Bolzano, la Scuola di Musica in lingua italiana Vivaldi, il Liceo statale Niccolò Rodolico di Firenze e l’Istituto Professionale Cornaro per i servizi di enogastronomia e ospitalità alberghiera di Jesolo.  FUSS è coordinato e finanziato dalla Direzione istruzione e formazione italiana della Provincia di Bolzano e, continua Dongilli, “ha permesso di rendere digitalmente sostenibile la didattica nelle scuole italiane grazie a quattro obiettivi fondamentali: l’utilizzo di software libero, l’impiego di formati aperti, la creazione di contenuti liberi ponendo così le basi per il quarto obiettivo il cui raggiungimento dovrebbe essere garantito da ogni scuola per definizione: il libero accesso al sapere”.

La cerimonia di premiazione si è tenuta nei giorni scorsi nella cornice della conferenza  Forum PA 2019 organizzata al Convention Center "La Nuvola" di Roma. Il premio è stato ritirato da Paolo Dongilli a nome della Direzione istruzione e  formazione Italiana e di tutti i membri del Gruppo FUSS (nucleo e tecnici FUSS, referenti scolastici, studenti e partner Tecnologico). “Siamo orgogliosi di questo riconoscimento che premia un percorso intrapreso molti anni orsono e che nel tempo sta riscuotendo grandi successi come la nomination per i DINAcon Awards 2018”, commenta il Sovrintendente Vincenzo Gullotta. Il codice sorgente di FUSS unitamente alla documentazione completa sono disponibili e riusabili da tutti come previsto dal Codice dell’amministrazione digitale, le cui linee guida nazionali, pubblicate il 13 maggio scorso, vengono applicate nei loro principi dal progetto FUSS da 14 anni.

Info: https://www.forumpachallenge.it/soluzioni/fuss-free-upgrade-digitally-sustainable-school

ASP/USP

Galleria fotografica