Jugendtalks, giovani e politica a confronto

Gli incontri della serie #Jugendtalks sono dialoghi “alla pari” fra i giovani e l‘assessore Philipp Achammer.

L'incontro a Merano: i ragazzi con Achammer (terzo da dx) (Foto: ASP)

Un politico, tre centri giovanili e 15 ragazzi per ogni centro: sono gli ingredienti dei #Jugendtalks, incontri "faccia a faccia" fra l’assessore provinciale Philipp Achammer e le giovani generazioni. Per il secondo anno consecutivo i Jugendtalks, i dialoghi giovanili, sono organizzati dal Servizio giovani in lingua tedesca della Provincia. Con l’inizio dell’anno scolastico l’assessore Achammer ha ripreso i colloqui con l’obiettivo di mettersi in ascolto di preoccupazioni, attese e paure dei giovani della provincia di Bolzano. Tre le location degli incontri appena conclusi: il Jugendtreff Jump di Appiano, il Point di Egna e il Centro giovanile Jungle di Merano.

"Dialogare con i giovani è per me il tipo di confronto politico che trovo più interessante" ha sottolineato Achammer ieri al termine dell’incontro di Merano. "Si tratta di un dialogo aperto e trasparente, nel linguaggio diretto tipico delle giovani generazioni" ha aggiunto Achammer. Numerosi i temi al centro dei tre incontri: il cambiamento climatico, l’attualità politica, le strutture giovanili della provincia sono stati solo alcuni degli argomenti trattati. Nel corso degli incontri sono emerse anche proposte concrete e idee: "Perché a lezione non si parla di temi politici?", "Cosa possiamo fare per ridurre la plastica a scuola e nelle mense?", "Come si pongono i giovani di fronte alle sfide della politica?". Lo stesso Achammer ha raccontato di come è iniziato il proprio impegno politico: "I Centri giovani della nostra provincia svolgono un lavoro fondamentale nel coinvolgere i giovani nei temi politici, trasformandoli in lobbisti per una democrazia viva e vitale". Proprio al convolgimento dei giovani nella vita politica del territorio puntano iniziative come questa.

ASP/sf

Galleria fotografica