Ruoli di genere, una campagna per ripensare formazione e professioni

Al via la campagna dal motto "Ripensare apre gli orizzonti" per rivedere i clichè di genere sulla formazione e l'orientamento professionale.

Achammer, la direttrice di Ripartizione Tschugguel (prima da sx) e la direttrice d'ufficio Seebacher (seconda da sx), assieme a 4 testimonial della campagna "Ripensare apre gli orizzonti" (Foto: ASP/Edith Benischek)

I classici cliché di genere guidano ancora le decisioni della maggior parte delle persone: di chi pensi di poterti fidare per riparare un'auto rotta? Un uomo o una donna? E chi si prenderà cura di te nella vecchiaia? Una donna o un uomo? La nuova campagna lanciata di recente, in tedesco e italiano, mira a incoraggiare il ripensamento dei cliché, a contrastare gli stereotipi di ruolo e a contribuire ad una scelta professionale sensibile al genere, in linea con il motto "Ripensare apre gli orizzonti". Proprio nella scelta della carriera lavorativa risulta evidente come i ragazzi e le ragazze continuano a ricadere in occupazioni ritenute tipiche del proprio genere. "Ma i giovani devono essere in grado di sviluppare le loro capacità individuali senza idee rigide su cosa sia una tipica occupazione maschile o femminile" ha sottolineato Philipp Achammer, assessore provinciale al lavoro e alle politiche giovanili. I manifesti e le cartoline della campagna di sensibilizzazione "Ripensare apre gli orizzonti" dell’Ufficio provinciale orientamento scolastico, universitario e professionale raffigurano ciascuno il volto di una donna e quello di un uomo. Le facce, per esempio, chiedono: "Chi preferisci che guidi il tuo aereo per Parigi?" Oppure: "Da chi preferisci far pulire il tuo appartamento?".

Ruoli di genere, 14 testimonial locali

La novità è che per la prima volta i testimonial di questa campagna sono altoatesini. I 14 testimonial sono dei modelli anticonformisti di ruolo per la loro professione e dimostrano che per avere successo vale la pena di intraprendere un percorso molto personale nella scelta della formazione e della carriera. Durante la presentazione della campagna, l'assessore Achammer ha anche affermato che la scuola ha un ruolo decisivo da svolgere per rompere la tradizionale percezione dei ruoli, perché nel momento in cui "le donne sono percepite o addirittura riconosciute dalla società nelle classiche professioni maschili, non solo aumenta lo spettro delle scelte di carriera, ma anche la possibilità di trovare lavoro". La campagna di sensibilizzazione sulla formazione e sulle scelte di carriera sensibili alle questioni di genere inizierà tra la fine di ottobre e l'inizio novembre. Gli insegnanti possono anche utilizzare i poster e le cartoline in tedesco e italiano come materiale didattico per illustrare l'argomento in classe.

ASP/sf

Galleria fotografica

Ruoli di genere, la campagna per la formazione e le professioni