Plurilinguismo nelle scuole dell’infanzia, ultimato il bando

Assegnato alla Cieffe di Trento il servizio di attività didattica per tedesco e inglese nelle scuole dell’infanzia italiane. L'obiettivo è far proseguire con efficienza il progetto sul pluringuismo.

Pluringuismo nelle scuole dell'infanzia, il progetto sarà gestito dalla Cieffe di Trento (Foto www.pixabay.com)

E`stato ultimato il bando relativo al servizio di attività delle lingue e culture tedesca e inglese nelle scuole dell’infanzia in lingua italiana della provincia di Bolzano. Come noto, al fine di reperire le risorse professionali per l’attuazione del servizio plurilinguismo nella scuola, l’Intendenza scolastica in lingua italiana ha indetto una procedura aperta a livello europeo, suddivisa in 4 lotti. Il servizio è stato aggiudicato alla ditta Cieffe srl di Trento per un importo complessivo di 604.400 euro all’anno. "Sono certo – spiega l’assessore Giuliano Vettorato – che il progetto proseguirà in maniera efficiente, in ottica di un attento programma di conoscenza delle tre lingue già nella tenera età".

Oltre 18000 ore di insegnamento annuale  

Il progetto prevede complessivamente 13.622 ore per la lingua tedesca (11.834 ore di attività didattica di approccio ludico alla lingua, 1.788 ore di attività aggiuntive di programmazione e con i genitori), e un totale di 4.616 ore per la lingua inglese (4.325 ore di attività didattica di approccio ludico, 291 ore di attività di programmazione e con i genitori). Per l’attività didattica si intendono 3, 4 o 5 ore settimanali di approccio ludico alla lingua tedesca e un’ora settimanale alla lingua inglese per ciascuna sezione di scuola dell’infanzia, da effettuarsi in orario scolastico. L'attività coinvolgerà 38 delle 57 scuole dell'infanzia per quanto riguarda il tedesco (in 19 la copertura avviene con personale interno) e tutte le scuole per l'insegnamento dell'inglese. Il contratto sottoscritto con l’agenzia formativa partirà nei prossimi giorni, avrà valenza annuale e potrà essere rinnovato di un ulteriore anno, vale a dire fino a conclusione dell’anno scolastico 2020-2021.

ASP/tl

Galleria fotografica