Scuola italiana, nasce il Polo economico "Battisti"

Piano di distribuzione territoriale della scuolaitaliana. Dal 2020 il nuovo Polo economico "Battisti", un unico istituto comprensivo a Laives. Vettorato: "Risposte ad una società che cambia"

A Bolzano dal 2020 il nuovo Polo economico "Battisti" (Foto: ASP)

La Giunta Provinciale ha dato il via libera oggi (19 novembre) al nuovo piano di distribuzione territoriale della scuola in lingua italiana. Si tratta di un documento che prevede l’approvazione, con cadenza quinquennale, del piano di distribuzione territoriale delle istituzioni scolastiche in provincia di Bolzano.

Nasce il Polo economico "Battisti"

La principale novità introdotta da questo documento è la nascita del Polo economico "Battisti" di Bolzano, che vedrà la luce con l’inizio del prossimo anno scolastico e comprenderà tutti gli indirizzi del settore economico presenti nel capoluogo. Faranno quindi parte del “nuovo” istituto il Liceo delle scienze umane con opzione economico sociale e l’Istituto tecnico per il settore economico, con gli indirizzi amministrazione, finanza e marketing e turismo.

Offerta adeguata alle esigenze del mondo del lavoro

"Guardiamo con fiducia e apprezzamento a queste novità” sottolinea l’assessore Giuliano Vettorato - tutte le misure intraprese sono una risposta alle esigenze di una società che cambia. Il Polo economico "Battisti", in particolare, sarà un punto di riferimento nel settore, per le associazioni di categoria e per le famiglie". "Riunire e centralizzare tutta l’offerta di quest’ambito – evidenzia il Sovrintendente Vincenzo Gullotta - permetterà di valorizzare la professionalità dei nostri insegnanti e di proporre agli studenti un’offerta formativa adeguata alle richieste del mondo dell’economia e una didattica innovativa e all’avanguardia". 

Le altre novità per Bolzano

Altra novità che riguarda il capoluogo è rappresentata dalla creazione di una nuova scuola media (scuola secondaria di primo grado) che sarà aggregata all’Istituto pluricomprensivo Bolzano - Europa 1, di via Palermo. Grazie a questa nuova scuola, gli alunni della scuola primaria S. Filippo Neri, al termine del loro percorso, avranno la possibilità di continuare a frequentare l’Istituto di cui fanno parte, potendo quindi contare anche su una didattica in continuità tra scuola primaria e di I grado.

Un unico istituto comprensivo a Laives 

Le novità introdotte dal Piano riguardano anche il comune di Laives; per ottimizzare, infatti, l’offerta formativa su questo territorio, sono stati unificati l’Istituto comprensivo e quello pluricomprensivo, che daranno vita ad un unico Istituto comprendente la scuola primaria "Gandhi" e la secondaria di I grado “Filzi” di Laives, la scuola primaria "Collodi" a Pineta, la scuola primaria di San Giacomo e la scuola primaria di Vadena. Le scuole dell’infanzia che facevano parte del Pluricomprensivo di Laives (Nazario Sauro e La Giostra) verranno assegnate al 3° circolo di scuole dell’infanzia, che già gestisce le scuole di Pineta, S. Giacomo e Vadena.

ASP/tl

Galleria fotografica