Pronto soccorso, dal 1° dicembre in vigore le nuove regole

La Giunta provinciale ha deciso di fissare a 25 euro la compartecipazione alla spesa per gli accessi al pronto soccorso con il codice blu/bianco.

La Giunta provinciale ha deciso di fissare a 25 euro la compartecipazione alla spesa per gli accessi al pronto soccorso con il codice blu/bianco (Foto: ASP/Ivo Corrà)

"Il sovraffollamento dei reparti di Pronto soccorso degli ospedali provinciali, legato in parte all’utilizzo improprio del servizio di emergenza-urgenza, si traduce spesso in attese prolungate e malcontento generale. Pertanto, è emersa la necessità di responsabilizzare gli utenti il cui accesso venga qualificato come non urgente. In questo modo si punta a confermare il Pronto Soccorso nel suo ruolo di primo intervento in situazioni di emergenza ed urgenza, nettamente distinto dall’assistenza specialistica ambulatoriale. Il Pronto soccorso è un pilastro dell’assistenza primaria, ed chi vi lavora deve poter dedicare la massima priorità e qualità alle emergenze” afferma l’assessore alla salute, Thomas Widmann.

Compartecipazione fissa di 25 euro

Le nuove regole per il Pronto soccorso deliberate oggi (19 novembre) dalla Giunta provinciale, che entreranno in vigore dal 1° dicembre 2019, prevedono l’applicazione di una quota fissa di compartecipazione alla spesa in forma di ticket sanitario, per un importo pari a 25 euro per i pazienti codificati in accesso come blu/bianchi (che diventerà codice 5 ai sensi delle nuove linee guida nazionali). I pazienti codificati in accesso con codice nero, rosso, arancione, giallo e verde (codici da 1 a 4 ai sensi delle nuove linee guida nazionali) non sono soggetti ad alcun tipo di compartecipazione.

Condizioni di applicazione

Inoltre, se il paziente si deve ripresentare al Pronto soccorso nelle 24 ore successive al primo accesso su specifica richiesta del medico del Pronto soccorso, la compartecipazione fissa è da applicare limitatamente all’accesso originario. Le visite di controllo (comprese rivalutazioni, medicazioni, rimozione punti, etc.) richieste dal medico di Pronto soccorso, qualora non indirizzate al medico di medicina generale bensì erogate da specialista ospedaliero o territoriale, sono da prescrivere su ricetta rossa, per essere trattate come specialistica ambulatoriale. Nello stesso modo, la compartecipazione non è prevista per tutte le categorie esenti dal pagamento di ticket. Le tabelle dettagliate sulle prestazioni sono consultabili sul portale web della Provincia dedicato alla salute nella sezione tariffe e compartecipazioni alla spesa sanitaria ed esenzioni.

ASP/fg

Galleria fotografica