Misure urgenti per proteggere la strada a Laces, ok della Giunta

Via libera della Giunta alla realizzazione di due misure urgenti per proteggere la statale della val Venosta all’altezza di Laces. Saranno costruiti due valli paramassi e una barriera di protezione.

Dopo le forti piogge di fine novembre la statale della val Venosta è stata chiusa più volte per motivi di sicurezza all’altezza di Laces. La causa del pericolo sono state diversi scivolamenti superficiali e una frana dal pendio a monte della statale. "Occorre intervenire in tempi brevi per garantire la sicurezza della zona" ha sottolineato l’assessore provinciale alla mobilità Daniel Alfreider. Su sua proposta nella seduta del 3 dicembre la Giunta ha approvato come misura di somma urgenza la realizzazione di due valli paramassi e di una nuova barriera di protezione lungo la roggia di Latschander nel Comune di Laces. "Vogliamo intervenire in modo rapido a tutela degli utenti della strada sulla principale direttrice di attraversamento della Venosta" ha aggiunto Alfreider.

Due valli e una barriera a protezione della strada

L’assessore ha svolto personalmente un sopralluogo sul posto. La pianificazione delle misure urgenti è stata pianificata dal personale della Ripartizione Infrastrutture, dell’Ufficio Geologia e prove materiali e del Servizio Strade. Attualmente i pendii lungo la strada sono monitorati costantemente dal Servizio strade, dalla polizia locale di Laces e dai geologi della Provincia. Su entrambi i versanti della strada i valli paramassi saranno in grado di reggere una frana di potenza fino a 12.000 Kilojoule. Un vallo paramassi lungo 400 metri verrà costruito in località Vermoi (Comune di Laces) sopra il Waalweg, l’altro vallo paramassi lungo 290 metri e un’ulteriore barriera di protezione metallica lunga 50 metri: queste le opere che verranno realizzate nella zona della roggia di Latschander, un chilometro a ovest del Castel Castelbello. I valli paramassi avranno forma gradinata e saranno alti fino a 6 metri, ha chiarito il responsabile del procedimento Augustin Hueber. Per la costruzione delle misure di protezione è previsto un investimento di 3,6 milioni di euro. I lavori inizieranno al più presto, ha chiarito Alfreider.

ASP/san/sf