Naz-Sciaves, convenzione per zona ricreativa sull'areale ex Nato

Sull’ex areale Nato a Naz-Sciaves sorgerà una zona creativa. L'assessore Bessone ha firmato la relativa convenzione con il Comune che la realizzerà a proprie spese.

Convenzione per zona ricreativa a Naz-Sciaves: Helmut Plaickner (vicesindaco), Massimo Bessone, Alexander Überbacher e Maximilian Dusini (Ufficio patrimonio) (Foto: ASP/Anna Pitarelli)

L’assessore provinciale all’edilizia pubblica e patrimonio Massimo Bessone ha firmato nei giorni scorsi la convenzione con il Comune di Naz-Sciaves per la realizzazione di una zona ricreativa sull’ex areale della NATO. Nel dicembre 2019, con decreto da lui siglato, era stato autorizzato il passaggio in concessione gratuita dell’area dalla Provincia al Comune, che ne potrà disporre per 30 anni. "Dopo aver espletato le formalità burocratiche - afferma Bessone - sono contento di poter finalmente dare il via alla realizzazione di un progetto che trasformerà un’ex area militare fatiscente in disuso in una zona dedicata alle famiglie ed ai bambini che potrà essere utilizzata non solo dai cittadini di Naz Sciaves, ma di tutta l‘area di Bressanone. Il mio compito di amministratore è quello di valorizzare il patrimonio pubblico nell’interesse di tutti i cittadini. Ogni progetto che serve a contrastare l’abbandono ed il degrado va sostenuto".

Soddisfatto il sindaco di Naz Sciaves, Alexander Überbacher, che ha ringraziato l'assessore Bessone per la collaborazione. La nuova zona ricreativa verrà realizzata dal Comune a proprie spese. Il progetto, presentato all’assessore pochi mesi fa, è stato elaborato dallo studio Michaeler & Partner in collaborazione con l'amministrazione comunale e l'associazione turistica Naz-Sciaves e prevede la realizzazione di diverse zone su una superficie di 10 ettari. Le zone saranno dedicate al benessere ed al relax, alla salute, al gusto ed all’avventura. L’areale verrà trasformato in un’oasi di benessere con un paesaggio sauna, un’area per la salute con un percorso Kneipp, una zona nuoto e nel ristorante e bistro verranno offerti prodotti e pietanze regionali ed ecosolidali. L’areale sorge su un suggestivo altipiano, circondato da frutteti e verde boschivo.

ASP/sa

Galleria fotografica