Obbligo di test antigenici a Merano, Rifiano, San Pancrazio e Moso

A partire da lunedì 22 febbraio 2021 si potrà entrare o uscire dai quattro comuni di Merano, Rifiano, San Pancrazio e Moso in Passiria solo con un test antigenico negativo, che non sia più vecchio di 72 ore.

Obbligo di test antigenici a Merano, Rifiano, San Pancrazio e Moso

Questo è quanto viene riportato nell’ordinanza contingibile e urgente del Presidente della Giunta provinciale n. 8 del 17.02.2021. Il motivo di tale provvedimento, che per questi comuni è temporaneamente valido fino al 7 marzo, è la comparsa della variante sudafricano altamente contagiosa. Inoltre, come già in vigore per tutta la provincia, la necessità di effettuare degli spostamenti da parte delle persone dovrà essere attestata con autocertificazione.

Di conseguenza, dal 22 febbraio al 7 marzo 2021, sarà vietato ogni spostamento in entrata e in uscita dal territorio comunale dei comuni di Merano, Rifiano, San Pancrazio e Moso, salvo per coloro che si spostino per comprovate esigenze lavorative, per motivi di salute o per situazioni di necessità o urgenza, e in ogni caso portando con sé la certificazione dell’esito negativo di un test antigenico o molecolare effettuato tramite tampone, non anteriore a 72 ore.

Per questo motivo in tutti e 4 i comuni saranno allestite delle postazioni di test dedicate dove verranno offerti test gratuiti a coloro che, per validi motivi, necessitano di varcare i confini comunali.  L'accesso a queste postazioni di test dedicate avverrà senza prenotazione. I test potranno essere eseguiti anche nei fine settimana.

-> Lista delle postazioni di test

Se il test rapido risulterà positivo, verrà eseguito un ulteriore tampone PCR che successivamente sarà inviato a Zams (A) per il sequenziamento (determinazione) del tipo di virus.

Dall’obbligo di presentazione della certificazione sono esentati il personale del settore sanitario, sociosanitario, dei servizi sociali e di soccorso, le forze dell'ordine nonché i militari, anche bambini fino a 6 anni.  

Il transito sui territori dei predetti comuni è consentito senza test, qualora necessario a raggiungere ulteriori territori non soggetti a tale restrizioni negli spostamenti.  

I test potranno essere eseguiti su tutto il territorio provinciale presso molti Medici di Medicina Generale/Pediatri e farmacie. La lista nonché i numeri di telefono dei Medici di Medicina Generale e delle farmacie che prendono parte a questa azione sono pubblicati sul sito web dell’Azienda sanitaria all'indirizzo www.sabes.it/it/covid-19.asp.
 
Per poter eseguire il test gratuitamente, è necessario compilare un’apposita autocertificazione che specifichi lo scopo dello spostamento fuori dal comune. Per il download del modulo di autocertificazione andare su http://www.provincia.bz.it/sicurezza-protezione-civile/protezione-civile/coronavirus-downloads-documenti-da-scaricare.asp?publ_cate_id=22328. I test possono essere eseguiti gratuitamente presso i Medici di Medicina Generale, i Pediatri di Libera Scelta, le farmacie nonché le postazioni di test solo previa presentazione di questa autocertificazione.

In questo contesto si sottolinea inoltre che l’esecuzione del test è necessaria anche per chi deve effettuare esami/vaccinazioni all'ospedale di Merano, poiché questa struttura fa parte del territorio comunale di Merano. Inoltre, si raccomanda assolutamente di recarsi presso le strutture sanitarie indossando la mascherina FFP2.

L’Azienda sanitaria dell'Alto Adige coglie l'occasione per invitare ancora una volta al rispetto rigoroso delle regole di distanziamento sociale e di igiene. Le persone dovrebbero lasciare le proprie abitazioni solo per effettuare spostamenti assolutamente necessari; anche le mascherine FFP2 dovrebbero essere generalmente indossate, poiché queste forniscono una migliore protezione per la bocca e il naso. Si ricorda inoltre che attualmente la maggior parte delle infezioni si verifica in ambiente familiare e privato, motivo per cui è necessario prestare particolare attenzione anche in questo senso.

Informazioni per i media:
Rip. Comunicazione, Azienda sanitaria dell'Alto Adige

SF/TDB

Galleria fotografica