In primo piano

Abbonati al nostro servizio "NewsAbo" e riceverai tutte le informazioni via e-mail. Abbonati

La Commissione pari opportunità per le donne chiede più solidarietà con le donne in politica e nella vita pubblica

La Commissione provinciale pari opportunità per le donne esprime la sua piena solidarietà alla Consigliera Brigitte Foppa, presa di mira ancora una volta da offese anonime in una lettera veramente umiliante.

Fonte: Getty Images/iStockphoto

Odio e insulti sui social media negli ultimi anni hanno raggiunto dimensioni preoccupanti. I fenomeni di odio in rete colpiscono in modo particolare le donne, a maggior ragione se esse rivestono un ruolo nella vita politica istituzionale. E le ondate di odio strabordano anche in Alto Adige.  Qualche giorno, fa la Consigliera Brigitte Foppa è stata vittima di insulti anonimi, vergognosi e intollerabili.  

La libertà di espressione è un valore fondamentale della nostra società e tutti dobbiamo avere il diritto di esprimere le nostre paure e preoccupazioni. Ma insulti personali e minacce di violenza nulla hanno a che vedere con la libertà di espressione e la critica costruttiva e mirano esclusivamente a far tacere le donne. Con conseguenze disastrose non solo per le dirette interessate.

“Donne in politica vengono continuamente attaccate per il loro aspetto, anche tramite campagne di odio sul web. Questo è un fatto che non capita quasi mai agli uomini. Dobbiamo aprire un discorso pubblico sul mancato rispetto verso donne in posizioni di responsabilità,” sottolinea Ulrike Oberhammer, presidente della Commissione provinciale pari opportunità per le donne. “Esprimiamo tutta la nostra solidarietà alla Consigliera Brigitte Foppa e alle donne in politica, che con coraggio ed impegno continuano per la loro strada senza farsi intimorire dalle minacce.”

ap

Galleria fotografica