Contenuto principale

Progressione economica

Mobilità verticale VI. > VII. e VIII. > IX. qualifica funzionale

Ai sensi dell'art. 74, comma 4 del contratto collettivo intercompartimentale del 12.02.2008 e dell'art. 3 del contratto collettivo di comparto dell'8.3.2006 sull'individuazione ed iscrizione dei profili professionali del personale provinciale, il personale appartenente alla sesta ed ottava qualifica funzionale in possesso del titolo di abilitazione per l'esercizio della libera professione richiesto per l'accesso ad un profilo ascritto alla settima o nona qualifica funzionale è inquadrato nel corrispondente profilo della qualifica funzionale immediatamente superiore con decorrenza dall'effettiva assegnazione dei compiti professionali previsti dal rispettivo profilo.

Ai fini dell'inquadramento nella VII. e IX. qualifica funzionale, valgono i seguenti quattro presupposti:
- inquadramento in un profilo appartenente alla sesta ed ottava qualifica funzionale
- possesso del titolo di abilitazione per l'esercizio della libera professione
- profilo professionale ascritto alla settima o nona qualifica funzionale che richiede il possesso del titolo di abilitazione per l'esercizio della libera professione
- effettiva assegnazione dei compiti professionali previsti dal rispettivo profilo

In questo caso si tratta di compiti di natura libera professionale.

L'inquadramento in un profilo professionale della settima ossia nona qualifica funzionale secondo la disciplina vigente è possibile solo in favore di chi esercita funzioni le quali sono riservate ai sensi della vigente disciplina statale ai professionisti iscritti in appositi albi professionali. L'esercizio di compiti dedotti dalla descrizione generale del relativo profilo professionale non è sufficiente per il predetto inquadramento. Nel contempo i compiti specifici devono comprendere oltre la metà dell'impegno lavorativo, in quanto ogni dipendente provinciale è tenuto, ai sensi dell'art. 2, lettera d) del CCC dell'8.3.2006, ad eseguire saltuariamente compiti rientranti in profili diversi da quello ricoperto.

Le rispettive domande d'inquadramento sono da presentare all'ufficio 4.2 - Ufficio personale amministrativo.

Le domande devono essere complete di:
- titolo di abilitazione per l'esercizio della libera professione
- dettagliata descrizione dei propri compiti e attività
- firma di conferma di dette attività apposta del diretto superiore


Progressione economica

La progressione economica nel livello retributivo inferiore si sviluppa in tre classi biennali nella misura del 6% e nel livello retributivo superiore in scatti biennali del 3%, previa valutazione soddisfacente sullo sviluppo della professionalità del personale, tenuto conto anche delle connesse attività di formazione ed aggiornamento necessarie per acquisire una maggiore competenza ed esperienza professionale all'interno della qualifica funzionale di appartenenza.

La valutazione delle prestazioni comporta contemporaneamente la valutazione della progressione professionale del personale, costituendo pertanto la base per la progressione economica biennale. Il raggiungimento degli obiettivi, risultati o compiti concordati equivale a tali fini ad una valutazione soddisfacente. In tale caso la progressione viene concessa d'ufficio, salvo che il preposto dirigente presenti prima della scadenza del relativo biennio una valutazione non soddisfacente sullo sviluppo della professionalità del personale nel relativo biennio. E' considerata non soddisfacente a tali fini la valutazione solamente sufficiente o insufficiente delle prestazioni.

Contatto
Blasinger Gerda
Tel. 0471 41 21 22
Fax: 0471 41 24 88
E-Mail: gerda.blasinger@provincia.bz.it


Riconoscimento del servizio militare o civile

Il servizio militare o civile prestato al di fuori di un rapporto di servizio pubblico viene riconosciuto su domanda dell'interessato. Il servizio militare o civile prestato durante un rapporto di servizio pubblico è computato d'ufficio per la progressione economica di carriera senza bisogno di domanda di riconoscimento.

Dall'entrata in vigore del contratto collettivo intercompartimentale del 12.02.2008 (art. 34) si applica la normativa statale sul riconoscimento del servizio militare o civile di cui alla legge 24.12.1986, n. 958.

La legge del 30.12.1991, n. 412, precisa all'art. 7 che, per la progressione economica di carriera, è valutabile soltanto il servizio militare o civile in corso o prestato successivamente alla data di entrata in vigore della legge citata n. 958/1986 (= 30.1.1987).

Ai sensi del contratto collettivo intercompartimentale del 12.02.2008 (art. 34) il riconoscimento economico del servizio militare e civile avviene con decorrenza dal primo giorno del mese successivo alla presentazione della relativa domanda (allegato B) e dei documenti richiesti (foglio matricolare e congedo) all'ufficio competente della Ripartizione personale. Anche i dipendenti con contratto di lavoro a tempo determinato possono presentare la domanda per il riconoscimento del servizio militare o civile.

Il foglio matricolare può essere richiesto al Distretto Militare di Bolzano, v. Druso, 20 (0471/449283 - 0471/412269).

Contatti:
Ingrid Mur
tel.: 0471 41 21 23
fax: 0471 41 24 88
e-mail: ingrid.mur@provincia.bz.it


Qui può scaricare la domanda.


Riconoscimento di servizio

Al personale può essere riconosciuto, su richiesta ed ai sensi della vigente normativa provinciale, il complessivo servizio prestato nella corrispondente qualifica funzionale presso le scuole elementari e secondarie nella provincia di Bolzano.

La relativa fonte normativa è data dalla L.P. 3.5.1999, n. 1, art. 23.

Contatto:
Ingrid Mur
tel.: 0471 41 21 23
fax: 0471 41 24 88
e-mail: ingrid.mur@provincia.bz.it


(Ultimo aggiornamento: 08/10/2013)