Rappresentanza a Bruxelles

La Rappresentanza della Regione europea Tirolo - Alto Adige - Trentino nasce da un'intesa siglata dai Presidenti delle tre amministrazioni nel maggio del 1995, che ha dato vita al primo Ufficio transfrontaliero di collegamento con l'Unione europea.

La rappresentanza di Bruxelles svolge compiti di informazione e consulenza per l'amministrazione provinciale, le associazioni e i cittadini dell'Alto Adige per quanto concerne i rapporti con l'Unione Europea.

Inoltre l'Ufficio segue l'attività del Comitato delle Regioni e supporta il Presidente della Giunta provinciale in qualità di membro del comitato stesso.

I compiti principali dell'amministrazione provinciale a Bruxelles sono sostanzialmente tre:

  • Informazione
  • Lavoro di rete
  • Sostegno alle attività di "Lobbying"

Tra le informazioni più importanti a disposizione sul portale web della rappresentanza comune di Bruxelles (Externer Link) spiccano inoltre: rassegna stampa settimanale, aggiornamento mensile Euroflash sui finanziamenti diretti della UE, relazioni sulle manifestazioni organizzate a Bruxelles, notizie dalla UE a cadenza settimanale su tematiche specifiche, Curia-News (rassegna mensile sulle sentenze più importanti della Corte di Giustizia europea), monitoraggio delle nuove direttive e normative europee.

Contatto

Ufficio di Bruxelles
Rue de Pascale 45-47
1040 Bruxelles

Tel. 00322 7432700
Fax 00322 7420980

Riferimenti normativi

Download

Link esterni

Sanzioni derivanti dall'uso illecito di stemma e sigillo

Chiunque faccia uso dello stemma o del sigillo della Provincia senza esserne autorizzato è punito con una sanzione amministrativa pecuniaria. Allo stesso modo è punito con una sanzione amministrativa pecuniaria chi non osserva le prescrizioni impartite nell’atto di autorizzazione o non riproduce lo stemma secondo le caratteristiche e le colorazioni ufficiali. Inoltre, gli oggetti su cui è indebitamente riprodotto lo stemma della Provincia sono soggetti a confisca amministrativa ed il Presidente della Provincia può disporne la distruzione totale o parziale a carico dei trasgressori. Ogni contraffazione ed ogni uso abusivo del sigillo della Provincia autonoma di Bolzano-Alto Adige viene perseguito penalmente ai sensi degli articoli 468 e seguenti del codice penale. In genere l’ufficio provinciale competente cerca di impedire l’uso abusivo dello stemma e del sigillo della Provincia senza ricorrere all’erogazione di una pena pecuniaria. In tal caso si presuppone comunque che venga posta immediatamente fine a tale utilizzo.