Sistema elettorale

I membri del Consiglio provinciale vengono eletti dal popolo, restano in carica cinque anni e sono scelti tra cittadini che abbiano compiuto i 18 anni e siano residenti in provincia di Bolzano ininterrottamente da almeno quattro anni.

Sino al 2003, il Consiglio provinciale veniva eletto assieme a quello della Provincia di Trento nell’ambito delle elezioni regionali; la Provincia autonoma di Bolzano e quellla di Trento facevano parte della Regione Trentino-Alto Adige, il cui massimo organo legislativo era il Consiglio regionale. Gli eletti, dunque, erano innanzitutto consiglieri regionali, e solo in seconda battuta coloro che erano stati eletti in Alto Adige o in Trentino venivano rispettivamente assegnati ai Consigli provinciali di Bolzano o Trento. Con la riforma costituzionale del 2001, però, la prospettiva è stata ribaltata e sono ora le due Province ad avere un maggior peso rispetto alla Regione anche in tema di elezioni, diventando così le vere colonne portanti dell’autonomia. A partire dalla tornata elettorale del 2003, infatti, per la prima volta i consiglieri provinciali sono stati eletti non più come consiglieri regionali e, in seconda battuta, come consiglieri provinciali, ma viceversa come consiglieri provinciali e, di conseguenza, anche come consiglieri regionali. Situazione identica anche per quanto riguarda le iniziative legislative per la modifica dello Statuto di autonomia, che ora ricadono sostanzialmente tra le competenze dei due Consigli provinciali.

Riferimenti normativi

Download

Link esterni

Sanzioni derivanti dall'uso illecito di stemma e sigillo

Chiunque faccia uso dello stemma o del sigillo della Provincia senza esserne autorizzato è punito con una sanzione amministrativa pecuniaria. Allo stesso modo è punito con una sanzione amministrativa pecuniaria chi non osserva le prescrizioni impartite nell’atto di autorizzazione o non riproduce lo stemma secondo le caratteristiche e le colorazioni ufficiali. Inoltre, gli oggetti su cui è indebitamente riprodotto lo stemma della Provincia sono soggetti a confisca amministrativa ed il Presidente della Provincia può disporne la distruzione totale o parziale a carico dei trasgressori. Ogni contraffazione ed ogni uso abusivo del sigillo della Provincia autonoma di Bolzano-Alto Adige viene perseguito penalmente ai sensi degli articoli 468 e seguenti del codice penale. In genere l’ufficio provinciale competente cerca di impedire l’uso abusivo dello stemma e del sigillo della Provincia senza ricorrere all’erogazione di una pena pecuniaria. In tal caso si presuppone comunque che venga posta immediatamente fine a tale utilizzo.