Contenuto principale

Assistenza economica sociale

Le prestazioni dell'assistenza economica sociale vengono erogate dalle comunità comprensoriali e dall'Azienda servizi sociali di Bolzano. Per accedere a queste prestazioni il/la cittadino/a deve rivolgersi ai servizi dell'assistenza economica sociale dei distretti sociali territorialmente competenti (vedi qui: "Indirizzi Distretti sociali - giugno 2012"). Ai sensi del D.P.G.P 11 agosto 2000, n. 30: "Regolamento relativo agli interventi di assistenza economica sociale ed al pagamento delle tariffe nei servizi sociali", nella sua vigente versione, le prestazioni dell'assistenza economica sociale sono 11.

Le 11 prestazioni sono descritte qui in fondo nel dettaglio.

QUOTA BASE E TARIFFE DEI SERVIZI SOCIALI

Anno 2015 - La Giunta provinciale ha approvato con deliberazione 9 dicembre 2014, n. 1529, gli importi dell'assistenza economica sociale e le tariffe massime e minime per le prestazioni dei servizi sociali (Vedi qui: Aggiornamento della quota base e delle tariffe dei servizi sociali) relative all'anno 2015.

ANNO 2014 - La Giunta provinciale ha approvato con deliberazione 16 dicembre 2013, n. 1910, gli importi dell'assistenza economica sociale e le tariffe massime e minime per le prestazioni dei servizi sociali (Vedi qui: Aggiornamento della quota base e delle tariffe dei servizi sociali) relative all'anno 2014.

ULTERIORI INFORMAZIONI:

Le prestazioni dell'assistenza economica sociale sono concesse solo in quei casi in cui lo stato di necessità non può essere risolto dai richiedenti grazie al sostegno della propria famiglia e all'utilizzo delle altre prestazioni offerte dallo Stato, dalla Regione e dalla Provincia. L'assistenza economica sociale deve infatti provvedere affinché ogni individuo possa nuovamente far fronte al proprio sostentamento in maniera autosufficiente senza dipendere dal sistema d'assistenza pubblico.

Nel 2012 la Provincia ha erogato 25,38 milioni di euro per l'assistenza economica sociale. I beneficiari del reddito minimo di inserimento erano per il 52,2% disoccupati, per il 27,4% occupati (ma con un reddito insufficiente), per il 4,0% casalinghe e per l'8,0% pensionati. Il 60,6% dei beneficiari erano di cittadinanza italiana o cittadini dell'Unione europea; mentre il 39,4% provenivano da paesi extracomunitari.

Dal 1. gennaio 2013: nuove regole per il contributo al canone di locazione - La Giunta provinciale unifica il sussidio casa (IPES) e la prestazione locazione e spese accessorie (AES-Distretto sociale).

L’accesso alle prestazioni di assistenza economica è ora più facile per i pensionati ultrasettantacinquenni senza figli. In futuro non dovranno più rinnovare la domanda, ma sarà sufficiente un’unica istanza. La Giunta provinciale ha introdotto una serie di modifiche nella normativa sull’assistenza economica sociale, tra le quali un inasprimento delle sanzioni per chi non dimostra impegno nella ricerca di un lavoro. Le modifiche approvate sono operative a decorrere dal 1° maggio 2012.

Per ricorsi avverso le decisioni dell'assistenza economica sociale è competente l'amministrazione provinciale. La Sezione Ricorsi ha la sua sede presso la Ripartizione Politiche sociali, al IV° piano del palazzo provinciale di via M. C. Gamper 1 a Bolzano. Trovi ulteriori informazioni e puoi scaricare la relativa modulistica qui: Sezione Ricorsi della Consulta provinciale dell'assistenza sociale.

Reddito minimo di inserimento

Soziales Mindesteinkommen

Tutte le famiglie e le persone singole hanno diritto al soddisfacimento dei bisogni primari e fondamentali. Coloro che non dispongono di un reddito minimo possono fare domanda presso i servizi dell'assistenza economica sociale dei distretti sociali territorialmente competenti per ottenere consulenza e sostegno economico. Qui gli importi massimi 2014.


Contributo al canone di locazione e per le spese accessorie

Beitrag für Miete und Wohnungsnebenkosten

NEW: Dal 1. gennaio 2013: nuove regole per il contributo al canone di locazione - La Giunta provinciale unifica il sussidio casa (IPES) e la prestazione locazione e spese accessorie (AES-Distretto sociale).


Assegno per le piccole spese personali

Taschengeld für Heimbewohner

Questa prestazione dell'assistenza economica sociale è concessa a persone o famiglie, ospitate in specifici servizi residenziali, che non sono in grado di far fronte in modo adeguato alle piccole spese personali con il proprio reddito e patrimonio. Qui la tabella anno 2014.


Prestazione specifica

Sonderleistungen Notstände

Persone o famiglie che si trovano a dover far fronte ad un bisogno urgente ed inderogabile, non disponendo del reddito necessario, possono rivolgersi al servizio di assistenza economica sociale per richiedere un aiuto finanziario straordinario.


Continuità della vita familiare e domestica

Fortführung des Haushalts

Alla persona singola o alla famiglia può essere concessa una prestazione economica mensile per la continuità della vita familiare e domestica, ai fini di lasciar continuare a vivere l'interessato/a nel suo ambiente ed evitarne il ricovero nei servizi.


Spese di accompagnamento o di trasporto

Rückvergütung von Transportspesen

Alle persone con difficoltà permanenti che non possono utilizzare mezzi pubblici di trasporto ordinari ovvero guidare autonomamente, è concesso un rimborso delle spese di trasporto o di accompagnamento sostenute per recarsi presso i servizi.


Acquisto e adattamento di veicoli

Geldscheine

Alle persone affette da minorazione permanente agli arti inferiori o superiori che necessitano di un proprio veicolo è concesso un rimborso delle relative spese di acquisto e adattamento.


Adattamento di veicoli per i familiari

Ankauf und/oder die Anpassung von Fahrzeugen

Alle persone che hanno un familiare convivente affetto da minorazione (ai sensi dell'articolo 1, comma 4, della legge provinciale 30 giugno 1983, n. 20), non ospitato in modo continuativo in una struttura residenziale, è concesso un contributo per l'adattamento del mezzo di locomozione necessario per il suo trasporto.


Vita indipendente e partecipazione sociale

Ausgaben für öffentliche Verkehrsmittel

Dal 1. settembre 2011 l’articolo 25 del D.P.G.P. 11 agosto 2000, n. 30, e  successive modifiche ed integrazioni, regola la nuova prestazione: „Vita indipendente e partecipazione sociale“.


Servizio di telesoccorso e telecontrollo

Hausnotrufdienst

Alle persone utrasessantacinquenni che abitano da sole e da attestazione del competente distretto sociale necessitano del servizio di telesoccorso e telecontrollo è concesso, in relazione alla loro situazione economica, un rimborso della spesa sostenuta.


Anticipazione dell'assegno di mantenimento a tutela del minore

Unterhaltsvorschussleistung

Questa prestazione è concessa al genitore affidatario, in relazione al suo reddito, nel caso in cui l'altro genitore non adempia all'obbligo di contribuire al mantenimento del figlio minore.

 


Sezione ricorsi – Ripartizione Politiche sociali

.

Contro le decisioni relative agli interventi di assistenza economica sociale ed al calcolo delle tariffe nei servizi sociali, prese dal competente distretto sociale, il cittadino può presentare ricorso alla Ripartizione Politiche sociali - Sezione ricorsi.



(Ultimo aggiornamento: 10/12/2014)