Contenuto principale

Lo stemma

Il Nuovo Statuto di Autonomia (decreto del Presidente della Repubblica del 31 agosto 1972, n. 670) prevede, all’articolo 3, che la Provincia di Bolzano abbia un proprio stemma nonché un proprio gonfalone.
Lo stemma provinciale, adottato all’unanimità dalla Giunta provinciale il 30 luglio 1982, fu formalmente concesso dal Presidente della Repubblica con decreto del 21 marzo 1983.

La descrizione araldica dello stemma è la seguente: “d’argento all’aquila antica del Tirolo di rosso, rostrata e membrata d’oro, linguata di rosso con le ali caricate da sostegni d’oro”.

Si tratta dell’aquila tirolese risalente al 1370, raffigurata sull’altare della cappella di Castel Tirolo.

Cenno storico:

È noto che la maggior parte degli stemmi territoriali derivano da quelli delle dinastie che regnarono anticamente sui territori medesimi. Anche lo stemma storico del nostro territorio deriva, infatti, da quello della dinastia comparsa intorno al 1150, che prese nome dalla località di Tirolo (Merano), dove costruì il suo castello residenziale. Già intorno al 1190 i Conti di Tirolo adottarono l’insegna dell’aquila rossa. Si vedano in proposito il sigillo di Alberto III (1190 – 1253) e, per il colore dell’aquila, la descrizione in versi fatta dal canonico di Zurigo Konrad von Mure nel suo componimento “Cliperius Teutonicorum” (1242-1249):

“Fert aquilam Tyrolis clipeus prestante rubore, que nigri pedis alias albente colore”
(Lo scudo bianco del Tirolo riporta un’aquila di un colore rosso sgargiante e gli artigli neri)

Lo stemma della prima dinastia passò alla seconda, quella dei Conti di Tirolo-Gorizia, in seguito al matrimonio della figlia di Alberto III, Adelaide, con Mainardo III, Conte di Gorizia (Mainardo I di Tirolo). Con la seconda dinastia l’aquila rossa tirolese assunse già il carattere di insegna territoriale. Con il passaggio della Contea del Tirolo agli Asburgo (1363), l’aquila divenne l’emblema del territorio attraversato da Adige, Isarco e Inn.

L’aquila rossa, armata d’oro, linguata di rosso, con i caratteristici sostegni d’oro alle ali, coronata o non, rappresentò nei secoli la Contea del Tirolo, poi principesca, e figurò sempre nel grande stemma degli imperatori del Sacro Romano Impero e d’Austria. Nell’ambito degli stati ereditari della Casa d’Austria e poi dell’Impero Austriaco la Contea godette sempre di una particolare autonomia.