Screening per i tumori della mammella, del collo dell'utero e del colon-retto

Con l'obiettivo di potenziare la diagnosi precoce delle malattie neoplastiche, la Provincia Autonoma di Bolzano ha attivato i programmi di prevenzione del tumore della mammella, del collo dell'utero e del colon-retto. La campagna di prevenzione dei tumori è condotta dal Registro Tumori dell'Alto Adige, che si occupa di spedire tutte le lettere d'invito a sostenere gli esami e fornisce eventuali chiarimenti in caso di necessità.

Mammella

Lo screening del tumore della mammella in provincia di Bolzano è contemplato nel programma per la prevenzione e la lotta contro le malattie neoplastiche approvato con deliberazione della Giunta Provinciale n. 2076 del 27.04.1992.
Il programma provinciale per la diagnosi precoce del tumore della mammella è rivolto alle donne residenti in età compresa tra i 50 ed i 69 anni.

Collo dell'utero

Dal febbraio 2001, in attuazione della deliberazione della Giunta Provinciale n. 4034 del 20.09.1999, è attivo un programma provinciale per il potenziamento della diagnosi precoce del tumore della cervice uterina.
Poiché una quota consistente delle donne altoatesine effettua spontaneamente un'attività di prevenzione sottoponendosi periodicamente all'esame del pap-test, la popolazione obiettivo del programma è rappresentata da tutte le donne residenti di età compresa tra i 23 e i 65 anni, che nel corso degli ultimi tre anni non risultano aver eseguito l'esame in una struttura sanitaria provinciale.

Colon-rettale

Lo screening provinciale per la prevenzione e la diagnosi precoce del cancro colon-rettale mediante ricerca del sangue occulto fecale è attivo dal 1 luglio 2012. Al programma di screening gratuito per la popolazione vengono invitati a partecipare tutte le persone residenti di età compresa tra 50 e 69 anni di entrambi i sessi. Il test di primo livello prevede la ricerca del sangue occulto fecale con successiva colonscopia in caso di primo test positivo.