Sistema di sorveglianza Passi

Sistema di sorveglianza Passi

La prevenzione dei rischi per la salute si realizza anche attraverso la costruzione di reti di sorveglianza con nodi territoriali, regionali e nazionali all'interno del sistema sanitario. Un'importante esperienza é rappresentata dallo Studio PASSI (Progressi delle Aziende Sanitarie per la Salute in Italia), effettuato nel 2005 e nel 2006 dalle Regioni/Province Autonome e coordinato dal Centro Nazionale di Epidemiologia Sorveglianza e Promozione della Salute (CNESPS) dell'Istituto Superiore di Sanità (ISS), su incarico del Centro per il Controllo e la prevenzione delle Malattie (CCM) del Ministero della Salute. A questo studio hanno aderito 123 Asl, in rappresentanza di tutte le Regioni/Province Autonome.

Protocollo

A partire dal giugno 2007 è stato attivato anche in provincia di Bolzano il sistema di sorveglianza PASSI. Con una serie di interviste telefoniche mensili effettuate direttamente da assistenti sanitarie dell'Azienda sanitaria, PASSI è in grado di cogliere l'evoluzione e gli eventuali cambiamenti nella percezione della salute, degli stili di vita e dei comportamenti a rischio nella popolazione. Grazie alle risposte dei cittadini, si ha una fotografia aggiornata, capillare e continua degli stili di vita della popolazione adulta tra i 18 e i 69 anni.
I temi oggetto della sorveglianza sono: rischio cardiovascolare, screening oncologici, attività fisica, abitudini alimentari, consumo di alcol, fumo, sicurezza stradale, salute mentale, vaccinazioni per l'influenza e per la rosolia (nelle donne in età fertile), incidenti domestici.
PASSI quindi è un sistema che consente di costruire una base di dati specifica per il livello aziendale, in progressiva crescita e aggiornamento, per monitorare l'andamento dei fattori di rischio comportamentali e degli interventi di prevenzione. PASSI si configura inoltre come un vero e proprio strumento di ascolto rapido e tempestivo dei bisogni di salute dei cittadini.

Come puoi dare il tuo contributo a Passi

L'intervista telefonica

Le informazioni sono raccolte da un'assistente sanitaria che rivolge alcune domande per telefono a un campione di persone tra 18 e 69 anni, scelte a caso dall'anagrafe sanitaria. I cittadini vengono avvisati in anticipo con una lettera.
Le informazioni raccolte vengono rese anonime e trattate in base all'attuale legge sulla privacy.
Sono stati coinvolti e informati anche i medici di medicina generale, che vi possono fornire spiegazioni sul significato e sullo scopo di questa iniziativa.

Perché è importante?

Comportamenti e stili di vita non corretti sono oggi una vera e propria emergenza sanitaria, con conseguenze misurabili nell'aumento del rischio delle malattie croniche (tumori, malattie cardiocircolatorie e respiratorie, diabete). Il sistema PASSI permette di raccogliere informazioni proprio su quei comportamenti che possono essere dannosi per la salute della persona e che spesso sono poco conosciuti. Permette di conoscere anche l'opinione di ognuno sul proprio stato di salute: "come sto", "come mi sento".
I principali argomenti oggetto dell'indagine sono: attività fisica, fumo, alimentazione, consumo di alcol, sicurezza stradale, prevenzione del tumore della mammella, del collo dell'utero e del colon retto.
È veramente importante per l'Azienda Sanitaria conoscere il punto di vista di ogni singola persona intervistata, per riuscire a realizzare interventi centrati sulle specifiche esigenze dei cittadini e quindi migliorare la qualità dei servizi sanitari offerti.
La nostra Azienda Sanitaria potrà così intervenire sempre di più non solo per curare le malattie croniche, ma anche per prevenirle.

Serve il tuo aiuto

Per poter raccogliere le informazioni sui comportamenti a rischio per la salute tra le persone che fanno parte della nostra Azienda Sanitaria, è necessaria la collaborazione di tutti. Chi sarà scelto potrà fornire un aiuto concreto per migliorare le condizioni di salute sue e degli altri cittadini.
La disponibilità all'intervista telefonica da parte dei cittadini può senz'altro favorire la comunicazione e il dialogo con l'Azienda Sanitaria. Rispondere alle domande poste dall'intervistatore è un modo per far conoscere il proprio stile di vita, i propri comportamenti e nello stesso tempo la propria opinione e le proprie esigenze rispetto alla salute.

Fai i tuoi PASSI, rispondi al questionario

Se farai parte del campione delle persone tra i 18 e i 69 anni, riceverai una lettera che descrive l'iniziativa e riporta i numeri telefonici di riferimento per avere ulteriori chiarimenti. Sarai poi contattato telefonicamente da un'assistente sanitaria, alla quale potrai comunicare la tua decisione in merito all'intervista. Se deciderai di effettuare l'intervista potrai concordare con l'assistente sanitaria il giorno e l'ora più comodi per te per rispondere alle domande.

Se non ricevi alcun contatto, CHIAMACI anche tu. Il tuo contributo è importante!

Se vorrai, potrai comunque interrompere l'intervista in qualunque momento. Le domande sono molto semplici e ti impegneranno per circa 20 minuti. Le tue risposte saranno unite a quelle delle altre persone intervistate per costruire un quadro generale di informazioni. A tutti, comunque, sarà garantito l'anonimato: l'attuale legge sulla privacy assicura proprio questo, così come lo garantisce l'impegno e la serietà dell'Azienda Sanitaria.