La salute a scuola

La salute a scuola

Promuovere la salute in età scolare significa trasmettere a bambini e ragazzi - che in questa fase della loro vita gettano le basi per i futuri comportamenti salutari - gli strumenti necessari per attivarsi a favore della propria salute in maniera consapevole e autonoma.

Per fare della scuola un luogo di apprendimento e di lavoro salutare, serve un approccio globale che tenga conto di tutti gli aspetti legati a quest'ambito di vita. L'introduzione di politiche scolastiche volte a promuovere la salute offre la possibilità di coltivare i rapporti tra le persone all'interno dell'azienda scolastica, di tenere conto del contesto sociale, di allestire le strutture e gli ambienti in modo da favorire la salute, di prevedere proposte per un'attività motoria e un'alimentazione sane e di sostenere lo sviluppo di competenze di salute individuali. La messa in rete con altre realtà scolastiche promotrici di salute permette di mantenere uno scambio continuo.

A livello europeo la rete delle scuole promotrici di salute è già attiva dagli anni Novanta ed è sostenuta da tre organizzazioni internazionali - l'Ufficio regionale per l'Europa dell'OMS, il Consiglio Europeo e la Commissione Europea. Alla rete 'Schools for Health in Europe' o SHE Network partecipano 43 Paesi della Regione Europa dell'OMS; dal 2007 la rete europea viene coordinata da un Centro dell'OMS nei Paesi Bassi, il NIGZ.

Nella nostra provincia l' Ufficio per lo sviluppo scolastico della Direzione Istruzione e Formazione tedesca e il Servizio educazione alla salute dell'Intendenza scolastica italiana sostengono lo sviluppo di una consapevolezza per la salute già a partire dalle scuole materne ed elementari. A tutti gli attori coinvolti - insegnanti, genitori, dirigenti scolastici, alunne e alunni - offrono informazioni e consulenze specifiche in materia e svolgono concretamente programmi di promozione della salute su temi come la formazione emotiva, la gestione delle crisi e la prevenzione del suicidio, le questioni educative, i comportamenti alimentari ecc.